il manager dell'Asp Messina, Paolo La Paglia

“La collaborazione di tutti è molto importante, soprattutto nella sanità e ho sempre ritenuto prioritario poter avere buoni rapporti con il Tribunale per i Diritti del Malato, che ritengo portatore sano di legittimi interessi dei cittadini e quindi dei pazienti. In un clima di cordialità e di trasparenza ho ritenuto semplicemente opportuno subito trovare una sede presso l’ospedale di Taormina”. Così il nuovo manager dell’Asp Messina, il dott. Paolo La Paglia commenta la sua decisione di riassegnare a CittdinanzAttiva all’interno dell’ospedale San Vincenzo di Taormina una sede per il Tribunale per i Diritti del Malato.

Un segnale rassicurante. Il dott. La Paglia, che da poco si è insediato alla guida dell’Asp Messina e in questa fase sta pianificando le sue iniziative, ha lanciato subito un segnale incoraggiante alla comunità e ai cittadini su quello che potrà essere il suo operato alla guida dell’Azienda Sanitaria Provinciale. Rassicurazioni arrivano, di riflesso, anche sul Piano Sanitario, con la rimodulazione delle rete ospedaliera regionale che “non andrà a penalizzare Taormina”.

Blitz al “San Vincenzo”. Intanto il neomanager La Paglia sta già programmando la sua presenza nei prossimi giorni a Taormina. “Mi recherò all’ospedale di Taormina – spiega il dg – per iniziare a prendere visione della situazione e per incontrare il personale e rendermi conto delle criticità in essere. L’ospedale San Vincenzo è da sempre il fiore dell’occhiello di questo comprensorio e e deve continuare a mantenere ed, anzi, ove possibile ampliare gli eccellenti servizi che già offre. Posso rassicurare che nella riorganizzazione della rete sanitaria non ci saranno i temuti tagli su Taormina, che continuerà ad avere i suoi standard e le sue eccellenze”.

Contatti con il Bambino Gesù. A breve verranno, inoltre, avviati i contatti con la presidente dell’ospedale Bambino Gesù di Roma, Mariella Enoc, per discutere del futuro del Ccpm Taormina, il Centro di Cardiochirurgia Pediatrica del Mediterraneo che rappresenta una struttura di riferimento per una vasta utenza dell’intera Sicilia Orientale ed anche per la Calabria.

I servizi territoriali. La Paglia però non si limiterà a visitare l’ospedale di contrada Sirina e fa capire anche di voler verificare anche lo stato delle cose per quanto concerne gli altri servizi Asp sul territorio, preannunciando tra le altre cose un sopralluogo ai locali del vecchio ospedale di contrada Cuseni: “Andrò anche a visitare il distretto e i servizi territoriali, perché anche quelli devono funzionare nel miglior modo possibile e bisogna certamente dare le giuste risposte ai cittadini”.

© Riproduzione Riservata

Commenti