il consigliere di opposizione Salvo Cilona

Opposizione all’attacco dei vertici di Palazzo dei Giurati sull’Asm e anche il consigliere Salvo Cilona si mostra critico verso le strategie dell’Amministrazione comunale di Taormina.

Querelle sulle competenze. “C’è da rimanere fortemente perplessi – afferma Cilona – sull’atto di indirizzo formalizzato dalla Giunta. Chi ha competenza per fare atti di indirizzo ed è organo preposto a quel tipo di iniziative è il Consiglio comunale, che non può essere scavalcato come ha inteso fare la Giunta. In Consiglio c’è una larga maggioranza con 11 consiglieri, che ha i numeri per approvare qualsiasi atto, quindi che senso ha che questa iniziativa l’abbia assunta la Giunta? Siamo, purtroppo, alle solite “barzellette” e non ci può essere altro termine per definire ciò che questa Amministrazione sta portando avanti operando a suon di proclami ma, in sostanza, senza produrre niente di nuovo e di positivo per la città. Sono state fatte aspre critiche alla passata Amministrazione su qualsiasi cosa ma i risultati di questa legislatura sino ad oggi sono decisamente modesti. Anche il bilancio di previsione 2018 non è arrivato in Consiglio comunale e poi invece si tenta di dare un’accelerazione su Asm non si sa bene su quali basi. Inoltre ad oggi non c’è un segretario generale titolare e non sappiamo ancora chi sarà”.

Clima confuso. “La conclusione della liquidazione è un fatto serio che non si può improvvisare con una sterzata priva di presupposti politici e programmatici – continua Cilona -. E’ un qualcosa che va verificato nei dettagli e che non può compiersi se prima non verranno approvati i bilanci. Parliamo di una procedura complessa in termini economici e finanziari, che non si cancella con un colpo di penna e un’alzata di mano. E’ la riprova di un’Amministrazione confusa, che non ha le idee chiare su come gestire i problemi della città”.

Il giudizio su Pappalardo. Cilona si sofferma poi sull’operato del liquidatore Agostino Pappalardo: “L’attuale liquidatore ha lavorato in maniera seria, trasparente ed efficace, portando risultati importanti. In questo momento Asm vive un momento di benessere che non aveva conosciuto in passato e le uniche difficoltà sono legate alla questione del dare-avere tra Comune Asm, ma i conti dell’azienda sono apposto e in piena sicurezza. I bilanci risentono di problematiche inerenti il periodo che va dal 2000 al 2010 ma Pappalardo ha lavorato bene. Ora si parla della nomina di “un tecnico” e vogliamo capire quali scelte intende fare l’Amministrazione”.

© Riproduzione Riservata

Commenti