il Comune a caccia degli evasori

Prosegue la caccia agli evasori tributari da parte del Comune di Taormina. E’ stata avviata a tal riguardo una raffica di accertamenti riguardante l’Imposta Comunale sulla pubblicità. L’attività posta in essere dagli uffici comunali sull’imposta in questione riguarda gli anni di riferimento 2014-2015-2016-2017-2018. Si tratta di controllo per un importo accertabile di 68 mila 320 euro. Nel dettaglio per ogni annualità: anno 2014 euro 2 mila 230; anno 2015 euro 3mila 626; anno 2016 euro 14mila 287; anno 2017 euro 20mila 802 euro; anno 2018 euro 27mila 375 euro.

L’importo accertabile. “Dai dati – rilevano gli uffici comunali – è desumibile un importo accertabile, pari a 68 mila 320 euro”. Di questi: 51 mila euro 476 euro per imposta pura e 15 mila 680 euro per sanzioni. Secondo quanto evidenziato dai vertici di Palazzo dei Giurati “l’Amministrazione, al fine di attuare una politica impositiva più equa ed allo stesso tempo per recuperare risorse da destinare alle attività di programma, si pone l’obiettivo prioritario del recupero dell’evasione fiscale”.

© Riproduzione Riservata

Commenti