Antonio D'Aveni, consigliere comunale di opposizione

Scintille in Consiglio comunale a Taormina tra l’opposizione e il segretario generale di Palazzo dei Giurati, Nino Bartolotta. Botta e risposta al vetriolo, infatti, in aula nella recente seduta del 27 dicembre scorso tra il consigliere Antonio D’Aveni e l’attuale responsabile ad interim dell’apparato burocratico di Palazzo dei Giurati.

L’ira di D’Aveni. “La sera del 6 novembre 2018 – ha detto D’Aveni – avevamo parlato in Consiglio comunale della relazione pubblica dei 4 assessori e della situazione amministrativa in città. A verbale però mancano quasi tutte le mie dichiarazioni. In quella occasione avevo criticato il sindaco per aver relazionato sui social network e non in Consiglio ed avevo anche una delibera riguardante il check up fiscale. Avevo anche fatto una interrogazione sul Prg e ancora attendo una risposta. Dissi anche che alcuni operai di Asm che lavoravano nelle vasche di acquedotto senza casco, quindi non in condizioni a norma. E parlai, sempre in quella occasione, del finanziamento rifiutato per Isolabella ed anche del lodo Impregilo. Queste e diverse altre cose non sono state verbalizzate. I verbali del Consiglio comunale o si fanno bene o è meglio non farli. Altrimenti la gente pensa che noi siamo “i cattivi” dell’ex Amministrazione Giardina e l’attuale maggioranza è quella dei “bravi” dell’albero di Natale in piazza IX Aprile”.

La replica del segretario. “Le dichiarazioni del consigliere D’Aveni – ha replicato Bartolotta – d’ora in avanti verranno riportate testualmente ed anche in corsivo. Non c’è nessun problema. Nelle prossime occasioni, quando il consigliere D’Aveni si rivolgerà al segretario, lo faccia con altro tono. Il verbale fatto dal segretario è una sintesi dei lavori. Sulla stesura dei verbali, al momento io sono segretario in momentanea reggenza e ho chiesto i verbali al funzionario che li faceva prima, per dare ampia continuità con chi mi ha preceduto. Se un consigliere ha da obiettare e vuole inserite delle ulteriori dichiarazioni ad integrazione, verrà inserito tutto ciò che è stato detto”.

© Riproduzione Riservata

Commenti