Taormina verso le Ztl

Ultimi nodi da sciogliere verso il nuovo piano di viabilità che dovrebbe entrare in vigore a Taormina nel 2019 con Zone a traffico limitato e telecamere. Sono stati individuati, in linea di massima, i punti dove verranno previsti i varchi che la casa municipale intende porre in funzione dalla primavera dell’anno entrante.

Il punto sui varchi. I varchi della Ztl dovrebbero interessare sul versante sud di Taormina la Via Diodoro Siculo e la Via Sesto Pompeo (per accesso in Via Fazello ai soli residenti), con il ripristino della sbarra attualmente posizionata ma non in uso di fronte al parcheggio Porta Catania in prossimità dell’ingresso del tunnel Porta Catania-Via Kitson. Sul lato nord della città si punterà sul varco di Via Timeo dove già è posizionata da qualche anno una sbarra ma verrà regolamentato anche l’accesso alla zona di Via Cappuccini, il cui unico punto di ingresso è l’arco nei mesi scorsi danneggiato da un camion-betoniera.

Novità Giardinazzo. Altra novità in vista è quella di un varco in Via Giardinazzo, centralissima area sottostante al Corso Umberto dove potranno avere accesso veicolare soltanto i residenti. Oltre al centro storico si punterà anche sulla regolamentazione di Mazzeo, frazione dove nei prossimi mesi il Comune dovrebbe acquisire a tutti gli effetti la titolarità dell’area del lungomare sin qui appartenuta al Demanio marittimo e che diventerà fondamentale nei mesi della stagione turistica perché verranno ripristinate le strisce blu per i parcheggi a pagamento. Ad ogni modo un punto che probabilmente più di qualsiasi altro sarà importante nell’intero assetto dell’iniziativa è quello della rotonda Lumbi, dove i flussi veicolari si dirigono verso il centro storico sul lato nord di Taormina o altrimenti vanno in galleria per raggiungere il lato sud della città con uscita sotto il parcheggio Porta Catania.

Carico e scarico. Per quanto riguarda il carico e scarico verrà disciplinato con ingresso sul Corso Umberto dalla Via Damiamo Rosso dove sarà posizionata e posta in funzione una sbarra e l’uscita dei mezzi dovrà avvenire dalla Via Di Giovanni (con imbocco cioè accanto alla Piazza Vittorio Emanuele). Le operazioni di rifornimento delle merci saranno possibili dalle ore 5 alle 9 del mattino.

© Riproduzione Riservata

Commenti