il cimitero di Taormina in via Porta Pasquale

Il Comune di Taormina prova ad affrontare in tempi brevi l’emergenza dell’attuale indisponibilità di nuove celle nei cimiteri di Taormina. La necessità è quella di realizzare al più presto nuovi spazi per la sepoltura, in una situazione che si fa sempre più difficile da gestire a fronte delle pochissime celle rimaste a disposizione e delle diverse richieste invece che arrivano dalle famiglie dei defunti ma anche da persone che intendono “prenotare” con qualche anno di anticipo un posto dove poter essere sepolti.

Interventi a stralci. E’ stato perciò trasmesso al Genio Civile il piano di interventi con il quale il Comune di Taormina prevede la realizzazione di 64 nuove celle intanto nel cimitero di Trappitello. Una volta ottenuto il nulla osta del Genio Civile, l’ente locale potrà procedere con la gara d’appalto per opere che prevedono un costo di circa 100 mila euro. Si andrà a realizzare un primo stralcio nell’ambito di un piano più ampio che prospetta la realizzazione da qui ai prossimi anni di complessive 350 celle a Trappitello. L’intenzione è comunque quella di procedere a stralci e dopo questa prima tranche verrà avviato l’iter per una successiva fase con un’altra sessantina di spazi da individuare per ampliare la dotazione di posti per la sepoltura nel cimitero di Trappitello.

Il cimitero di Taormina centro. La problematica riguarda in termini concreti anche il cimitero centrale di Taormina e a tal proposito i tempi si preannunciano più lunghi poiché le procedure saranno più complesse. Bisognerà, infatti, innanzitutto andare ad accertare lo stato dei luoghi ed il Comune dovrà eseguire le indagini propedeutiche alla previsione del progetto esecutivo. A quel punto si potrà avere un quadro preciso e si potrà individuare il numero di spazi da poter ricavare e i punti dove effettuare il potenziamento delle aree per la sepoltura dei defunti.

© Riproduzione Riservata

Commenti