il vicesindaco Enzo Scibilia

Il vicesindaco di Taormina, Enzo Scibilia, plaude ai controlli che nei giorni recenti hanno portato all’individuazione di 15 persone che avevano conferito abusivamente dei rifiuti nel territorio di Taormina. Le sanzioni da 600 euro inflitte alle persone che nella fattispecie avevano depositato materiali in prossimità del torrente Santa Venera hanno portato nelle casse di Palazzo dei Giurati 9 mila euro. E Scibilia lancia una provocazione.

“Abbiamo dato qualche mese di tempo a tutti per adeguarsi alla nuova raccolta differenziata – evidenzia Scibilia -, ma da questo momento possiamo dire che sarà tolleranza zero per chi non rispetta le regole in vigore sul conferimento dei rifiuti. Rivolgiamo un plauso alla Mosema e alla Polizia locale, con il vicecomandante Daniele Lo Presti per i controlli efficaci che stanno svolgendo. Adotteremo il “pugno di ferro” contro gli incivili e lo faremo andando a colpire le loro tasche. Ci stiamo già muovendo per intensificare i pattugliamenti e per installare telecamere e fototrappole per mettere fine al fenomeno degli abusivismi”.

Il ringraziamento “Anzi ringraziamo i trasgressori – afferma Scibilia – che evidentemente hanno deciso di contribuire al risanamento del bilancio del Comune di Taormina. Evidentemente si tratta di persone che possono permettersi di pagare multe da 600 euro. Questi soggetti, incuranti delle conseguenze di tali gesti vergognosi, arrivano da Giardini, da Gaggi ed altri comuni per sporcare Taormina ma finiscono per dare una mano al riequilibrio finanziario della nostra città”.

© Riproduzione Riservata

Commenti