parcheggio Porta Pasquale

In attesa del progetto definitivo per il nuovo piano di viabilità con Ztl e telecamere, il Comune di Taormina avvia la revisione dei pass attualmente presenti nel territorio comunale. L’obiettivo è quello di accertare il numero esatto di permessi che si trovano in circolazione. Per questo, nell’ottica di una significativa “sforbiciata”, l’Amministrazione, d’intesa con il Comando di Polizia locale, vuole andare ad effettuare un conteggio esatto dei pass e sulla base del quadro dettagliato che emergerà da tale accertamento si procederà ad una attività di revisione complessiva.

Stop temporaneo? Tra le ipotesi al vaglio c’è anche quella di un ritiro temporaneo dei permessi per un breve periodo per poi andare a rilasciare il pass a coloro che ne avranno ancora diritto. Nel periodo che occorrerà per la riassegnazione dei pass potrebbe essere disposta un’autorizzazione temporanea. In ogni caso, la volontà è quella di fare una stima precisa in un settore diventato nel corso degli anni una “giungla” fatta di tanti (troppi) permessi rilasciati per la sosta a Taormina.

La grande “abbuffata”. Si sarebbe giunti addirittura a circa 13 mila pass in una città che per il quantitativo di stalli a disposizione e per il proprio numero di residenti dovrà invece averne la metà se non anche di meno. Il numero di pass in circolazione stride con il totale residenti di Taormina, cittadina che non raggiunge gli 11 mila abitanti, di cui la metà o quasi sono seconde case o abitanti stagionali che trascorrono un periodo limitato dell’anno in città.

Corsa contro il tempo. I tempi, a questo punto, saranno decisamente stretti, visto che nel 2019 il Comune punta ad attivare il nuovo piano di viabilità con le Ztl e la sperimentazione dovrà scattare al più tardi in primavera, per essere pronti ad attivare l’iniziativa nella stagione turistica. Ecco perché a gennaio si intensificherà l’azione di verifica e conteggio dei pass. Sotto la lente di ingrandimento potrebbero finire quei permessi provvisori di cui parecchi cittadini si sarebbero avvalsi nel tempo, senza poi rinunciarne all’utilizzo.

Chi verrà autorizzato. La Ztl consentirà l’accesso in centro con i mezzi soltanto ai residenti ma verranno considerati ovviamente anche gli operatori economici e il comparto turismo e commercio che prevede i vari lavoratori stagionali. Da definire pure la situazione con i residenti della vicina Castelmola. Occorrerà, inoltre, tenere conto delle legittime esigenze dei portatori di handicap, e si parla della possibile realizzazione di 100 appositi stalli per la sosta nel territorio.

© Riproduzione Riservata

Commenti