Da El Salvador a Taormina per salvare una piccola vita in pericolo. Un’altra storia commovente al Ccpm di Taormina, dove il Centro di Cardiochirurgia Pediatrica del Mediterraneo ha effettuato un delicato intervento e si sta prendendo cura di un bimbo giunto in Sicilia dall’America centrale per un viaggio della speranza.

L’arrivo a Taormina. Questa è la storia di Marcela Alvarez giunta con il figlio Rodrigo al centro specialistico gestito dal Bambino Gesù per curare una grave cardiopatia che affligge il bimbo sin dalla nascita. Ad accogliere con grande generosità Marcela e Rodrigo a Taormina sono state le Suore Francescane (nella persona di Suor Rosario), che hanno dato loro ospitalità in città in una struttura di proprietà dell’Istituto religioso. A fare da “ponte” tra la struttura di accoglienza e l’ospedale le volontarie di Avulss Taormina (in particolare la signora Anna Cilla). Il prezioso supporto e l’encomiabile impegno dei volontari Avulls Taormina rappresenta un autentico trait d’union tra le famiglie dei bambini e la rete ospedaliera.

L’incontro con gli angeli. “Quando mio figlio è nato – racconta Marcela – è gli è stata diagnosticata una gravissima patologia che nel mio Paese non poteva essere operata. Ma grazie a Dio abbiamo fatto una raccolta per venire qui in Italia e per operare il bambino. Abbiamo dovuto aspettare che Rodrigo prendesse peso perché si tratta di un intervento molto delicato e complicato. Ma abbiamo sempre avuto fede nel Signore affinché tutto vada bene. Durante il viaggio e al nostro arrivo qui abbiamo incontrato degli angeli. Non ci stancheremo mai di ringraziare Dio e tutte le persone che qui ci hanno aiutato per far sì che Rodrigo ce la faccia a superare i suoi problemi”.

Il ringraziamento di Marcela. “Voglio dire grazie a tutto il personale di questo ospedale – continua Marcela -, è veramente speciale e sia i medici che gli infermieri hanno uno spirito di servizio, sensibilità umana. Ci hanno accolto in modo eccellente, e adesso speriamo che tutto vada bene. Posso soltanto ringraziare tutti coloro che ci hanno aiutato, anche per la raccolta che hanno fatto per consentire il nostro volo di ritorno. Grazie di cuore a tutti e anche alle Suore Francescane che ci hanno ospitato e dato alloggio prima di venire in ospedale. Il Signore ci ha fatto incontrare a Taormina persone meravigliose, una famiglia ci ha anche regalato un passeggino per Rodrigo. Sono certa che qui potranno aiutare tanti altri bambini come hanno fatto con noi”.

Il cuore dei familiari di Nino.  da evidenziare in questo caso anche il nobile gesto della famiglia del taorminese Nino Micalizzi. I cari di Nino, persona stimata e ben voluta nella comunità taorminese, dando dimostrazione di avere un grande cuore, hanno donato all’Avulss e al Ccpm un contributo economico raccolto da amici e parenti in ricordo del congiunto, ed hanno anche regalato un passeggino a Marcela e Rodrigo, che avevano smarrito il loro durante il volo per Catania. Grazie all’eccellenza del Ccpm e al grande cuore della Città di Taormina, presto il piccolo Rodrigo potrà tornare a casa per iniziare una vita normale.

© Riproduzione Riservata

Commenti