il Tenente Colonnello Franco Colombo

L’Aeronautica Militare è tornata nelle scorse ore a Taormina, dove a distanza di un anno dal G7, ha preso parte ai lavori del forum “Seminario meteorologia e telecomunicazioni in protezione civile: un solido connubio”, che si è tenuto al Palazzo dei Congressi di Taormina, nell’ambito delle attività di formazione dei volontari della Protezione Civile. La giornata, organizzata dal Gruppo Interforce della Jonica della Protezione Civile della Regione Siciliana in sinergia con il Comune di Taormina, era rivolta agli amministratori locali ed ai volontari delle varie associazioni della protezione civile che per l’occasione sono giunti da tutta la Sicilia.

Le metodiche di previsioni meteo. Il seminario ha permesso di illustrare alla platea le metodiche di diffusione delle previsioni meteo e dei bollettini di allerta nelle sempre più frequenti situazioni di emergenza che coinvolgono il variegato territorio isolano (alluvioni, inondazioni, etc) e dell’importanza che nel contesto rivestono le telecomunicazioni. Dopo i saluti di rito degli organizzatori, il dott. Giuseppe Basile (Dirigente del Centro Funzionale Decentrato Multirischio della Regione Siciliana) ha illustrato il sistema di allertamento regionale, l’avv. Enzo Bisconti (del Coordinamento del Centro Operativo Emergenza Sismica Sicilia) l’importanza delle telecomunicazioni in emergenza e l’Ing. Gian Franco Concas (del Raggruppamento Nazionale Radiocomunicazioni in Emergenza) le nuove frontiere delle telecomunicazioni.

Le varianti climatologiche. Per l’Aeronautica è intervenuto il Tenente Colonnello Franco Colombo, proveniente dall’Aeroporto di Sigonella, che dopo avere parlato in generale dell’organizzazione del Servizio Meteorologico fornito dall’AM ha spiegato quali sono le tante varianti climatologiche e meteorologiche che potrebbero influenzare il tempo in Sicilia e come i dati meteo sono messi a disposizione del sistema nazionale di Protezione Civile.

Prevenzione dei danni. Il Servizio Meteorologico dell’Aeronautica Militare fornisce il supporto meteo alle Forze Armate Italiane e a tutte le attività per la sicurezza del Paese, i piani di Difesa nazionale e Nato e tutte le missioni internazionali nelle quali l’Italia è impegnata. Inoltre, contribuisce alle attività economiche e sociali (con l’assistenza meteorologica alla navigazione aerea) e alla prevenzione dei danni a persone e cose dovuti a eventi atmosferici estremi, compresa la salvaguardia delle vite umane in caso di calamità naturali.

Informazioni in tempo reale. Il Servizio ha sviluppato proficue collaborazioni con tutte le Autorità Nazionali preposte, anche mediante apposite Convenzioni. Non meno rilevante il ruolo svolto dal Servizio nel campo della Protezione civile, dove è responsabile dell’emissione degli avvisi meteorologici in caso di previsione di condizioni meteorologiche avverse, sull’intero territorio nazionale. L’informazione viene diramata, in tempo reale, a tutti gli Organi di Protezione Civile e alla Sala Operativa della Presidenza del Consiglio – Dipartimento della Protezione Civile, nonché alla Sala Operativa del Ministero degli Interni, per le azioni di prevenzione e di gestione dell’emergenza sulle zone interessate.

© Riproduzione Riservata

Commenti