l'ospedale San Vincenzo di Taormina

Interventi di Termoablazione laser senza dolore per i pazienti: nell’ambito delle metodiche innovative che stanno rivoluzionando la terapia di alcune malattie tiroidee, all’ospedale “San Vincenzo” di Taormina, dal reparto di chirurgia generale, diretto dal prof. Vincenzo Panebianco, arrivano importanti novità per l’utenza del presidio di contrada Sirina. Il dott. Serenella Ristagno, responsabile della sezione di endocrino-chirurgia, esegue infatti quotidianamente trattamenti di Termoablazione laser su guida ecografica, di noduli tiroidei benigni.

Metodica che riduce i rischi. Tale metodica, con la quale ha finora sono stati trattati un centinaio di casi, ha già permesso di evitare l’intervento alla maggioranza dei pazienti molti dei quali con un elevato rischio operatorio (anziani, cardiopatici, ectc). La netta riduzione di volume dei noduli tiroidei trattati, infatti, consente, in molti casi, di soprassedere all’intervento riducendo, inoltre, le liste di attesa per i pazienti che devono necessariamente essere operati.

Una innovativa tecnica “silenziosa”. In ultimo, ma non meno importante, questo tipo di termoablazione è, praticamente, indolore in quanto viene eseguita con una fibra laser che giunge dentro il nodulo attraverso un ago e non necessita di anestesia locale o generale.

© Riproduzione Riservata

Commenti