Il sindaco di Giardini Naxos, Nello Lo Turco
Il sindaco di Giardini Naxos, Nello Lo Turco

Il sindaco di Giardini, Nello Lo Turco prende posizione nel dibattito sul futuro della stazione di Villagonia e spiega la posizione del Comune naxiota anticipando un “braccio di ferro” con Rfi. “Sull’attuale linea ferroviaria che interessa il nostro comprensorio – afferma Lo Turco – concordo con il sindaco di Taormina nell’essere favorevole ad una metropolitana leggera ed anzi ritengo che oltre a Letojanni, Giardini e Taormina tale iniziativa vada estesa anche all’Alcantara, compresa la tratta della vecchia ferrovia Alcantara Randazzo, ripristinandola mediante una metropolitana di superficie”.

“Sulle previsioni di Rfi nell’ambito del raddoppio ferroviario – comunica Lo Turco – abbiamo dato invece mandato ad un legale per fare ricorso a tutela del Comune di Giardini Naxos in quanto il progetto per il raddoppio ferroviario non prevede più il nome del nostro Comune e la dicitura prevista è soltanto quella di “Taormina-Madonnina”. Non si comprende il motivo per cui in diverse altre realtà italiane le stazioni mantengono il doppio nome, come nel caso della Anagni-Fiuggi, e di Chiusi-Chianciano Terme, mentre qui la stazione Taormina-Giardini che ha una sua lunga storia debba essere convertita una una stazione con il solo nome di Taormina. Siamo pronti ad intentare una causa nei confronti delle Ferrovie dello Stato e a chiedere un risarcimento milionario per il danno di immagine alla Città di Giardini e al brand di una località che sino a prova contraria è la seconda stazione turistica siciliana e merita il dovuto rispetto. Credo invece che il problema verrà superato in oggetto all’altra fermata, l’attuale stazione Alcantara che dovrebbe chiamarsi Alcantara-Giardini.

“Credo anch’io che vada trovata una soluzione sulla stazione – aggiunge Lo Turco – ma attenzione a non fare una “cattedrale nel deserto”. Sull’esistente Stazione ferroviaria Taormina-Giardini, intanto la Soprintendenza ha posto a suo tempo un vincolo che tutela il bene. Non credo comunque che possa diventare un museo, va conservata l’attuale tipologia d’uso, rivalutandola con la metropolitana leggera e con la metropolitana di superficie Alcantara-Randazzo. Non avrebbe senso prevedere un museo in un punto che sarebbe scollegato dal centro di Taormina e di Giardini”.

© Riproduzione Riservata

Commenti