Nino Scandurra, presidente dell'Associazione Commercianti Taormina

Anche il presidente dell’Associazione Commercianti Taormina (ACT), Nino Scandurra, interviene a commento delle dichiarazioni del sindaco Mario Bolognari sulle questioni di stretta attualità riguardanti il futuro della baia di Villagonia e della stazione ferroviaria.

Scandurra si dice d’accordo sulla posizione del primo cittadino per salvaguardare l’attuale stazione di Villagonia e sulla prospettiva riguardante la possibile realizzazione di una metropolitana leggera per il comprensorio turistico ionico, ma lascia uno spiraglio aperto sul porto turistico.

“La soluzione di una metropolitana leggera – afferma il presidente dell’Associazione Commercianti Taormina, Scandurra – ci trova sicuramente d’accordo e potrebbe alleggerire buona parte del traffico oggi in atto sulla SS14. Bisognerebbe puntare, comunque, su una riqualificazione complessiva della frazione di Villagonia che per buona parte è in condizioni fatiscenti. La stazione è un gioiello storico che va preservato, il discorso di un utilizzo museale è un’idea fattibile”.

“Sul porto invece, premesso un “no” anche da parte nostra al cemento – dice Scandurra -, diciamo che qualcosa forse si potrebbe invece fare, quantomeno per consentire l’ancoraggio stagionale della nautica da diporto per facoltosi clienti, che potrebbero arricchire l’economia del territorio. Si potrebbe puntare su una struttura ecosostenibile e non invasiva, da montare nel periodo estivo e poi da rimuovere per non arrecano danni alla baia”.

© Riproduzione Riservata

Commenti