Scuola
Scuola "Vittorino da Feltre" di Taormina

La Corte dei Conti ha esitato e pubblicato il decreto di finanziamento di Un milione e 850 mila euro per la ristrutturazione della ex scuola elementare Vittorino da Feltre di Taormina.

Lo ha reso noto ufficialmente il sindaco Mario Bolognari, che così annuncia la svolta sul plesso di Via Cappuccini chiuso nel 2004 e ancora adesso inagibile per problematiche riguardanti la vigente normativa sismica.

“Adesso può partire la gara d’appalto”, ha spiegato il sindaco di Taormina. Il cantiere, una volta espletato l’appalto, richiederà due anni di lavori per restituire alla città l’immobile nel quale sono cresciute intere generazioni di taorminesi.

La conferma dell’avvenuta previsione di un finanziamento per il recupero della “Vittorino da Feltre” era già arrivata e adesso si è registrato il visto finale da parte dell’organo di controllo. Nei mesi scorsi era stato trasmesso a Palazzo dei Giurati il decreto, il DDG n.2371 del 5 giugno 2018 dell’Assessorato all’Istruzione e Formazione Professionale che ha ammesso la Perla dello Ionio ad “Interventi di riqualificazione degli edifici scolastici (efficientamento energetico, sicurezza, attrattività e innovatività, accessibilità, impianti, connettività), anche per facilitare l’accessibilità delle persone con disabilità”, del PO Fesr Sicilia 2014-2020 (importo complessivo di 14 milioni 771 mila 525 euro, ripartito ai vari Comuni siciliani).

Si trattava, insomma, di acquisire l’ultimo e fondamentale passaggio, che occorreva per poter avviare l’iter di gara e consentire all’Urega di espletare l’appalto.

 

© Riproduzione Riservata

Commenti