Palazzo Corvaja allagato, Mennella tuona: “Una vergogna ingiustificabile”

10868

Si fa sempre più preoccupante la situazione di Palazzo Corvaja. Il nubifragio di ieri mattina ha allagato l’ex sede del Parlamento Siciliano, confermando i problemi dell’edificio per il quale il Comune di Taormina ha chiesto di recente un finanziamento alla Regione Siciliana per effettuare opere di manutenzione da Un milione 180 mila euro.

 

 

 

 

 

 

Aspettando i fondi. Palazzo Corvaja rientra in un pacchetto di richieste di fondi che la casa municipale ha inoltrato a Palermo per sistemare anche l’ex Circolo del forestiero (Un milione 180 mila euro) e la Torre dell’Orologio (470 mila euro). Ma in attesa di questo piano di interventi, per il quale i tempi saranno lunghi, le piogge di queste ore confermano che l’emergenza riguarda l’immediato, e non mancano proteste e polemiche.

La rabbia degli albergatori. “Non si può attendere che la Regione conceda chissà quando un finanziamento e quindi dei lavori che forse, bene che vada, potranno essere fatti non prima del 2020 – afferma il presidente dell’Associazione Albergatori Taormina, Italo Mennella -. Vedere l’atrio di Palazzo Corvaja oggi allagato dopo neanche 20 minuti di pioggia è la riprova più evidente che urgono lavori immediati per fronteggiare le infiltrazioni che affliggono il palazzo. Per cambiare qualche tegola e sistemare qualche pluviale non si può attendere così altro tempo. Palazzo Corvaja è il secondo monumento più importante di Taormina nonché sede dell’ufficio informazioni, ma soprattutto è il biglietto da visita della città per tutti i nostri ospiti. E’ così che vogliamo fare turismo? E’ così che vogliamo fare “lusso”, “superlusso” e “turismo congressuale”? E’ semplicemente una vergogna questa situazione, è una vista insopportabile ed ingiustificabile che rischia di portare danni irreversibili al Palazzo Corvaja e che, intanto, crea anche un danno d’immagine ai turisti costretti ad assistere e a vivere in prima persona a questi disagi”.

I pericoli per il personale del Str. Nelle occasioni come ieri si verificano disagi anche per il personale del Str che opera all’interno di Palazzo Corvaja, immobile comunale che è sede infatti del Servizio Turistico Regionale e dove si trova anche la sede dell’Associazione Albergatori Taormina. Da tempo e a più riprese il personale del Str si è trovato a dover constatare le infiltrazioni d’acqua e dei cedimenti di alcune pietre che soltanto per circostanze fortuite non hanno colpito i visitatori del palazzo. C’è, pertanto, un serio problema di incolumità che è stato formalmente rilevato ed evidenziato in termini dettagliati nei mesi scorsi anche dalla Soprintendenza di Messina. L’aspettativa è che possano arrivare da Palermo i fondi che occorrono per avviare la manutenzione del primo parlamento siciliano ma nell’attesa andrebbero effettuati dei lavori per tamponare ora l’emergenza.

© Riproduzione Riservata

Commenti