il torrente Santa Venera necessita di interventi urgenti

I funzionari del Genio Civile sono giunti nelle scorse ore a Taormina per accertare la situazione dei torrenti nella zona tra la Perla dello Ionio, Giardini Naxos e Castelmola. L’attenzione si è concentrata, in particolare, sul torrente Santa Venera, che si trova al confine fra i tre centri abitati e tiene in apprensione numerosi cittadini come evidenziato anche dal recente grido d’allarme del Comitato “Amici delle Contrade”.

Sul posto sono giunti, per accertare lo stato delle cose, il geom. Giacomo Amico ed il geom. Giovanni Ciatto, del servizio Genio Civile di Messina. Ad accompagnarli sui luoghi il sindaco di Castelmola, Orlando Russo, che ha da tempo espresso la forte preoccupazione per il pericolo di esondazione del torrente Santa Venera in concomitanza con le forte piogge che caratterizzeranno la stagione invernale.

“Questo sopralluogo del Genio Civile ci dà la speranza che si possa arrivare al più presto all’avvio dei lavori di cui necessita il “Santa Venera” – spiega Russo -. Diamo atto a questo ente e all’ingegnere capo, Antonino Platania, di aver subito l’attenzione e la sensibilità nell’aver raccolto il grido d’allarme dei cittadini e degli amministratori del territorio. I funzionari del Genio Civile faranno adesso una relazione propedeutica alla predisposizione delle opere. Abbiamo sollecitato che i lavori vengano avviati con la necessaria rapidità e ci è stato detto che si tratta di dirimere i relativi tempi tecnici. Bisogna intervenire immediatamente per liberare il torrente da arbusti, canneti, rifiuti e quanto altro si trova nel letto del corso d’acqua e ne ostruisce il corretto deflusso delle acque. Certamente solleciteremo la questione sino a quando non vedremo iniziare i lavori. In concomitanza con le piogge i torrenti della nostra zona sono ormai diventati un pericolo costante. Non consentiremo che 15 famiglie, o diverse altre ancora, rimangano isolate come già avvenuto in passato”.

 

© Riproduzione Riservata

Commenti