traffico in tilt sulla statale 114

“Le Amministrazioni comunali di Taormina e Giardini, di concerto con l’Asp Messina aprano un tavolo di confronto per trovare un rimedio all’emergenza quotidiana delle ambulanze che rischiano di rimanere intrappolate nel traffico sulla SS114 sino all’imbocco per Naxos”. La richiesta arriva dalla responsabile territoriale del Tribunale dei Diritti del Malato-Cittadinanzattiva, la dott.ssa Tina Polonia, che chiede una soluzione per superare le difficoltà a cui stanno andando incontro gli operatori del servizio di emergenza-urgenza a causa del caos veicolare in atto praticamente ogni giorno sulla strada statale tra Taormina e Giardini, dalla frazione di Villagonia sino alla Via Umberto.

“La parziale chiusura temporanea dell’autostrada A18 che a causa di lavori si protrarrà sino a fine novembre – spiega la dott.ssa Polonia – richiede, per forza di cose, il tentativo di una concertazione condivisa da parte degli enti del territorio di un piano provvisorio di viabilità che consenta almeno ai mezzi di soccorso di non rimanere imbottigliati nel traffico, senza nemmeno avere un’alternativa o una via di fuga per smarcarsi dalle code perché nel tratto viario in questione ad oggi non vi è una corsia di passaggio in caso di emergenze. Il problema sta interessando anche la zona attorno all’ospedale San Vincenzo, perché le auto restano bloccate da contrada Sirina sino a Villagonia”.

“Per questo – continua la responsabile del Tribunale dei Diritti del Malato- serve un confronto immediato tra i due Comuni e l’Asp, ipotizzando una soluzione provvisoria come ad esempio potrebbe essere quella del doppio senso di circolazione sul lungomare di Giardini Naxos, come già è stato fatto per brevi periodi in passato. Bisogna pensare che possano verificarsi emergenze in cui anche pochi minuti possono salvare la vita ad un paziente e un’ambulanza non può e non deve rimanere intrappolata nel traffico”.

© Riproduzione Riservata

Commenti