il consigliere di opposizione Salvo Cilona

In attesa della scelta del sindaco Mario Bolognari sul nuovo segretario generale, l’opposizione alza il pressing sui vertici di Palazzo dei Giurati e chiede “una nomina a tempo pieno” per la sostituzione dell’uscente Rossana Carrubba. L’ormai ex segretario di Taormina da novembre sarà in servizio al Comune di Messina e in queste ore tiene banco nella Perla dello Ionio la corsa alla successione, che vedrebbe in pole position il sindaco di Savoca, Nino Bartolotta.

“Taormina non può avere un segretario part-time – afferma il consigliere di opposizione, Salvo Cilona -. Ovviamente in queste parole non c’è nulla contro Nino Bartolotta, che è un amico ed è una persona perbene, degna di massima stima, Di certo c’è però che Taormina necessita di un segretario a tempo pieno, 24 ore al giorno e se possibile a disposizione anche il sabato. Il nuovo segretario generale, chiunque poi sarà, dovrà essere una persona preparata che inizierà la mattina il suo impegno e finirà di lavorare la sera, perché a Taormina i problemi da risolvere sono tantissimi e bisogna seguire soprattutto il contenzioso, che affligge su più fronti l’attività amministrativa”.

“La segretaria uscente – aggiunge Cilona – ha dimostrato impegno, professionalità e attaccamento alla Città di Taormina. Con lei avevamo iniziato un percorso di risoluzione di numerosi contenziosi che hanno poi visto prevalere il Comune di Taormina, cosa che non accadeva spesso in passato, e non ultima la decisione di ricorrere contro Impregilo in sede di Corte di Appello, quando altri ipotizzavano una transazione. Abbiamo tenuto barra dritta e la recente sentenza di sospensiva del decreto ingiuntivo ci ha dato ragione. Ad ogni modo alla dott.ssa Carrubba vanno i migliori auguri per il prestigioso incarico che andrà a ricoprire”.

© Riproduzione Riservata

Commenti