Una sfida speciale in una location altrettanto speciale come Taormina. La Perla dello Ionio è stata, infatti, teatro di un momento di festa per l’anteprima dell’evento Taormina Gourmet 2018 (in programma da ieri 27 ottobre sino a lunedì 29 ottobre) con dieci grandi pizzaioli siciliani che si sono dati appuntamento nella storico punto di ritrovo del ristorante La Botte per cucinare dieci pizze gourmet.

Pizzaioli doc in campo per una sfida (di cui vi proponiamo le immagini tratte da Cronache di Gusto) all’insegna del gusto, per provare a far crescere il comparto e dare visibilità ad un settore che in Sicilia ha interpreti di alto livello. Il tutto, nell’occasione, in un contesto nel quale proprio il binomio tra la capitale del turismo siciliano e il buon cibo rappresenta per eccellenza un valore aggiunto irresistibile per tanti vacanzieri provenienti da ogni parte del mondo.

E’ andata così in scena un’esperienza unica che – abbinata a cinque birre artigianali – ha visto protagonisti tutti insieme dieci tra i migliori pizzaioli siciliani (a fare gli onori di casa, il pizzaiolo Salvatore Casablanca), a dimostrazione di come questa terra non abbia nulla da invidiare a quelle che hanno fatto della pizza il proprio vessillo e di come un prodotto dalla forte identità italiana come la pizza stia venendo finalmente alla ribalta con grande dignità e professionalità anche nella nostra Isola, rivendicando maggiore spazio.

Nell’occasione si sono sfidate le seguenti pizze:
• Contrasti” di Matteo La Spada – L’Orso (Messina)
• “Evolutiva” di Miriana Marino – Cutilisci (Catania)
• “Gioco di perle” di Friedrich Schmuck – Piano B (Siracusa)
• “L’Arancino” di Sergio Russo – Da Clara (Venetico Superiore)
• “… Perché!!!” di Salvatore Articolo – Cimillà (Ragusa)
• “Regno delle due Sicilie” di Luciano Carciotto – 7+ (Nicolosi)
• “Sfincione 2.0” di Ron Garofalo – Mistral (Palermo)
• “Sfincione Baharia” di Dario Genova – Ozio Gastronomico (Palermo)
• “Stracciatella nera” di Antonino Puccio – Tredicisette (Palermo)
• “Verdi” di Camillo Blandino ed Emanuele Serpa – Frumento (Acireale)

© Riproduzione Riservata

Commenti