il parcheggio Lumbi di Taormina

Lavoratori in agitazione all’Asm di Taormina per l’incertezza che permane sul futuro dell’Azienda Servizi Municipalizzati, da ormai oltre 7 anni posta in liquidazione. I rappresentanti del personale in servizio hanno inviato una lettera al sindaco Mario Bolognari sollecitando un incontro urgente. “I rappresentanti delle sigle Cgil, Faisa Cisal, Uil e Ugl all’Asm e le segreterie territoriali – si legge nella nota – evidenziano che non si può non nutrire preoccupazione in seguito al perdurare dello stato di liquidazione dell’Azienda che si protrae ormai dal 22 settembre 2011 e per il destino incerto di oltre 60 lavoratori con le relative famiglie che da diversi anni stanno lavorando con poca serenità”.

Il Consiglio comunale avvierà martedì 30 ottobre il dibattito su Asm con il liquidatore Agostino Pappalardo che relazionerà in aula sullo stato dell’azienda che si è ormai allontanata già da tempo dallo spettro del disastro economico ed ha raggiunto i quasi 3 milioni di euro di disponibilità di cassa. Il 2019 potrebbe essere l’anno buono per uscire dalla liquidazione ma prima andranno esitati in Consiglio i bilanci di Asm e il Comune potrebbe dare, intanto, incarico ad una società di revisione contabile per la certificazione dei conti dell’azienda.

“Numerose sono state da parte nostra in questi anni le sollecitazioni – affermano le Rsa dei lavoratori – di incontri rivolti ai rappresentanti istituzionali per addivenire ad una soluzione che nostro malgrado non hanno avuto seguito, se non il vano tentativo di istituire un tavolo tecnico nell’ultimo scorcio della precedente legislatura che purtroppo si è risolto troppo velocemente senza portare ad alcuna conclusione”.

“Si sono susseguiti molteplici voci che riguardano il futuro dell’azienda – concludono i lavoratori – ma avremmo il piacere di conoscere personalmente gli intendimenti della nuova Amministrazione con un confronto diretto in modo da essere di supporto alla risoluzioni dei molteplici problemi che attagliano l’azienda, fiore all’occhiello di Taormina e del comprensorio e capire quali saranno le prospettive per Asm. Pertanto chiediamo un incontro urgente con il sindaco, con l’assessore alle Partecipate, con il Presidente del Consiglio e i consiglieri del Comune di Taormina”.

© Riproduzione Riservata

Commenti