Giovanni Aucello, presidente de La Voce del Mare

Si fa spazio una clamorosa soluzione per il futuro di Asm. A distanza di sette anni dalla messa in liquidazione deliberata nel 2011 dal Consiglio comunale, l’azienda ha ormai sconfitto da un pezzo lo spettro del fallimento e allora cominciano i rumors su una possibile conferma al vertice della municipalizzata dell’attuale commissario liquidatore, Agostino Pappalardo. Per il Comandante della Polizia locale spunta, in particolare, l’ipotesi di una nomina a direttore generale di Asm.

A lanciare pubblicamente la proposta è Giovanni Aucello, il presidente de “La Voce del Mare”, il comitato cittadino dei residenti di Mazzarò e Isolabella. “Asm non deve tornare nelle mani della politica che, nell’arco di un ventennio di disastri, aveva spinto l’azienda sull’orlo del fallimento. Se ci fosse la disponibilità del Comandante Pappalardo, una volta conclusa la liquidazione, va nominato direttore generale. E’ chiaro che però non dovrebbe più farlo a costo zero come ha fatto dal 2014 a ora in Asm, va remunerato e gratificato come qualsiasi buon manager. Avevo addirittura proposto una candidatura di Pappalardo alle scorse Comunali, in questo caso non è provocazione ed è realistico se non doveroso puntare su Pappalardo per continuare a dare serenità e sviluppo ad Asm”.

“Già si parla di mettere fine alla liquidazione e su questo siamo tutti d’accordo ovviamente – continua Aucello -, ma si intravedono mille fidanzati che si propongono per guidare Asm e rischiano di farla ripiombare nei soliti vecchi problemi. E’ tutta gente che però non è in grado di gestire Asm e i fatti lo hanno già dimostrato. L’azienda l’ha risanata una sola persona ed è il Comandante Pappalardo, che forse non sta molto simpatico a tutti ma ha prodotto dal 2014 a ora risultati che nessuno ha mai portato in quell’azienda. Asm era sempre stata in mano alle banche e con i conti in rosso, ora invece naviga in acque tranquille e vanno perciò evitate quelle spartizioni politiche che hanno messo in ginocchio l’azienda”.

Aucello, infine, plaude alla riapertura immediata della funivia: “Onore e merito ai lavoratori dell’impianto che, una volta di più, hanno dato riprova di grande professionalità”.

© Riproduzione Riservata

Commenti