Funivia
la funivia Taormina-Mazzarò

Riaperta immediata per la funivia di Taormina, chiusa martedì scorso a causa di un fulmine che aveva colpito un pilone dell’impianto su fune che collega il centro storico alla zona a mare. Il danno riscontrato al pilone n.4, in prossimità della stazione a valle (Mazzarò), è stato prontamente riparato e la struttura è stata così restituita ieri stesso all’utenza. I tempi per la riapertura sembravano incerti ma dopo tre giorni di chiusura è arrivata subito la svolta.

“L’impianto bloccato da lunedì scorso per un guasto – comunica Asm -, è stato riaperto al pubblico esercizio. L’orario osservato sarà ancora quello “estivo”, con apertura alle ore 8:00 e chiusura all’una di notte. Frequenza delle corse: una ogni 15 minuti”. I primi lavori, nelle ore successive al danno, erano stati prontamente effettuati dal personale dell’azienda municipalizzata ed avevano già consentito un’accelerazione verso il ripristino dell’impianto e nelle scorse ore sono giunti alcuni pezzi che mancavano per ultimare l’attività di sistemazione della struttura. I lavori sono stati sovrintesi dal direttore d’esercizio della funivia, ing. Sergio Sottile. Hanno dato esito positivo i test effettuati e ieri l’impianto è stato riaperto.

La funivia rappresenta il cuore dell’industria turistica taorminese e anche settembre, per altro, ha confermato il boom di presenze in funivia nella stagione turistica 2018 con 153 mila 602 passaggi in cabina e una crescita dell’8,3 per cento rispetto allo stesso mese nel 2017. Con questo ulteriore dato si è consolidato il trend positivo di un’annata in cui sono stati ampiamente superati i numeri del 2017. Nel periodo comprensivo dei mesi di giugno, luglio, agosto e settembre di quest’anno la funivia ha avuto, complessivamente, 674 mila 172 passaggi nelle otto cabine, con un aumento di 36 mila 713 unità rispetto agli stessi mesi di un anno fa (637 mila 459).

© Riproduzione Riservata

Commenti