la Via Damiano Rosso a Taormina

Sfumata la soluzione dei dissuasori da posizionare a Porta Catania e a Porta Messina, il Comune di Taormina stringe i tempi per rimodulazione del piano di viabilità e di sicurezza che dovrà comunque prevedere con delle soluzioni alternative la realizzazione di misure a protezione del centro storico, e nello specifico di Corso Umberto. In tal senso è stata espletata la gara d’appalto per la realizzazione di una barriera stradale automatica da installare presso la Via Damiano Rosso. Tale arteria si trova sotto piazza Duomo ed è l’unica via di accesso alternativa (veicolare) a quella di Porta Catania sul lato sud di Taormina.

Le opere sono state affidate nello specifico ad una ditta di Spadafora. “Si tratta di un provvedimento volto all’aumento dei livelli di sicurezza, a garanzia della tutela dell’incolumità pubblica e nel rispetto della circolare del Ministero dell’Interno del 7 giugno 2017”, ha evidenziato il dirigente dell’Ufficio Tecnico -Area Lavori pubblici, ing. Massimo Puglisi. Un’accelerazione nella definizione delle procedure di installazione di apposite strumentazioni atte a tutelare il centro storico in ottemperanza alle disposizioni in materia di sicurezza, era stata sollecitata di recente al Comune, tra l’altro, dal dirigente del Commissariato di Polizia di Stato di Taormina, il vicequestore Fabio Ettaro.

A seguito di apposite indagini tecniche, effettuate con metodi non invasivi, dei sotto-servizi agli ingressi del Corso Umberto, a Porta Catania e Porta Messina, si è giunti alla determinazione di non installare dei dissuasori antiterrorismo a scomparsa, ma di collocare dei dissuasori anti-terrorismo fissi che non interferiscano con i sotto-servizi stessi e con eventuali preesistenze archeologiche. Si è scelta, insomma, una soluzione meno invasiva e più economica. La gara è stata effettuata con una spesa di 4 mila 636 euro.

Inizialmente, il 2 febbraio scorso la passata Giunta aveva previsto una spesa per i paletti di 39 mila 700 euro. A Porta Catania e Porta Messina non ci saranno paletti a scomparsa ma dei monoliti, mentre intanto verrà installata in Via Damiano Rosso una barriera automatica, e sul lato nord della città invece rimarrà attiva la sbarra di Via Timeo. La barriera di Via Damiano Rosso avrà un’asta di 5 metri, munita di lampade lampeggianti, dispositivo anti-schiacciamento, timer di apertura a tempo per fasce orarie, e potrà ampliare i livelli di sicurezza sia in regime di quotidianità che durante le manifestazioni o eventi di richiamo previsti in città.

© Riproduzione Riservata

Commenti