parcheggio Porta Catania

Sospiro di sollievo per il Comune di Taormina nella battaglia legale contro Impregilo. La Corte di Appello di Messina ha accolto infatti l’istanza del Comune di sospensione dell’esecutività chiesta da Impregilo sul decreto ingiuntivo da 28 milioni di euro intrapreso nel 2007 nei confronti dell’ente locale. In appello e’ arrivata quindi una importante ordinanza di sospensiva sulle somme al momento sottoposte a ricorso in Cassazione già proposto dal Comune e la cui udienza risulta ancora da fissare. Il giudizio della Corte di Appello accoglie il ricorso del Comune laddove sempre in appello nei mesi scorsi era invece arrivata per la casa municipale la ”doccia fredda” del riconoscimento del titolo ad Impregilo sul quantum preteso dalla multinazionale delle costruzioni.

L’ordinanza di poche ore fa ribalta quindi le previsioni. A Taormina si temeva una possibile conferma del precedente giudizio. La decisione della Corte e’ stata emessa prendendo atto della “gravita’ dei motivi del ricorso in Cassazione”. I giudici hanno valutato che “il pagamento di una somma ingente comprometterebbe l’attivita’ amministrativa dell’ente”.

© Riproduzione Riservata

Commenti