prosegue la stagione dei bus crociere

Ottobre mette il punto esclamativo al dato positivo della stagione turistica delle crociere a Taormina. Anche in questo mese si prevedono, infatti, numeri decisamente significativi in un segmento turistico che si conferma in costante crescita e ha trovato nella Perla dello Ionio una meta di riferimento. Nel mese appena iniziato si prevedono, infatti, almeno altri 9 mila 250 arrivi a Taormina con i bus crociere per un flusso di poco inferiore ai 200 bus che sosteranno al parcheggio Porta Catania e al Lumbi.

Già nei primi quattro giorni di questo mese sono giunti in città ben 20 bus crociere, e altri 24 ieri. Sono previsti almeno 60 bus in settimana entrante, circa 30 tra il 15 e il 21 ottobre, e 40 tra il 22 e il 28 ottobre. Nella settimana conclusiva del mese approderanno in città altri 14 bus. Taormina verrà presa d’assalto da un movimento che supererà i 185 bus crociere ed il picco si avrà il giorno 11 ottobre con ben 17 bus. Il dato sarebbe, in effetti, ancora più ampio se si tiene conto del fatto che queste stime riguardano i pullman che vanno a sostare nei due parcheggi comunali gestiti da Asm, il Lumbi e il Porta Catania.

Si tratta di un mercato turistico che vede anche ulteriori presenze in città con i bus che raggiungono aree come la Madonnina o il Terminal Bus, o che arrivano da Giardini Naxos o dal porto di Messina direttamente con delle navette, shuttle service e taxi. Anche a settembre erano giunti a Taormina oltre 6 mila vacanzieri con 130 bus e ottobre sarà, pertanto, un mese ancora più positivo di quello passato per questo movimento “mordi e fuggi”.

Ad agosto i bus avevano portato a Taormina più di 12 mila con un assalto di circa 250 pullman e 8 mila 500 croceristi erano arrivati in città a luglio, e più di 8 mila 700 giunti nella Città del Centauro lo scorso giugno. Complessivamente, quindi contando il periodo che va da giugno ad ottobre si parla di un movimento di oltre 43 mila turisti delle crociere che hanno raggiunto in pullman Taormina nella stagione turistica 2018. Il flusso dei bus che arrivano a Taormina è da sempre molto atteso dai commercianti e dagli operatori economici del luogo.

Le crociere sono per tanti versi “croce e delizia” del turismo locale perché c’è anche chi sostiene che si tratti di un turismo che genera soltanto momenti di caoticità in paese senza grandi ritorni per il commercio. E, in tal senso, viene spesso contestata soprattutto la tempistica abbastanza stretta e limitata che viene concessa ai croceristi per poter acquistare qualcosa in città, con un programma che prevede in primis la immancabile visita al Teatro Antico e poi, a seguire, uno spazio contingentato per fare shopping nel centro storico di Taormina. Ma, alla fine, oltre le lamentele di rito, sono numerosi i commercianti che attendono impazienti il calendario delle crociere, con le relative previsioni che vengono diffuse dall’Azienda Servizi Municipalizzati.

© Riproduzione Riservata

Commenti