Agostino Pappalardo, Comandante della Polizia locale di Taormina

A sette anni dall’avvio della lunghissima fase di commissariamento dell’Asm, iniziata nel settembre 2011, il liquidatore dell’Azienda Servizi Municipalizzati, il Comandante Agostino Pappalardo, verrà chiamato nei prossimi giorni a relazionare in Consiglio comunale sullo stato attuale di Asm.

L’Amministrazione del sindaco Mario Bolognari, a margine dell’avvenuta relazione sui primi 100 giorni di governo a Palazzo dei Giurati, ha infatti preannunciato che il liquidatore di Asm verrà convocato quanto prima in sede di Civico consesso per un intervento nel quale dovrà illustrare lo stato economico della municipalizzata. I conti di Asm sono ormai in sicurezza, c’è una disponibilità di cassa che ha sfiorato i 3 milioni di euro e nella sostanza il rischio di fallimento è stato allontanato da diverso tempo. Allora si cercherà di analizzare la situazione per delineare tempi e modalità di uscita dell’azienda dalla fase di commissariamento. Il confronto politico in Consiglio comunale potrebbe iniziare già nelle prossime sedute tra fine ottobre ed inizio novembre.

Ad ogni modo Pappalardo dovrebbe rimanere al vertice di Asm ancora per un paio di mesi, in quanto dovranno essere discussi in aula ed esitati i bilanci dell’azienda in Consiglio comunale e dovrà ancora essere affrontata la spinosa questione del “dare-avere” tra Comune e Asm per la quale è in atto un tavolo tecnico tra le parti per definire le relative cifre spettanti ad entrambe le parti.

Inoltre, non c’è ancora un accordo all’interno della maggioranza sull’indicazione di un sostituto di Pappalardo, i nomi dei papabili non convincono e il ritorno dell’azienda ad una gestione politica potrebbe subito riportare d’attualità turbolenze, malumori e un clima di continui scontri che per un ventennio sono puntualmente affiorati in ogni legislatura e si sono placati proprio da quando al “timone” di Asm c’è il Comandante della Polizia locale.

© Riproduzione Riservata

Commenti