tempi incerti per la riforma dei suoli pubblici

“La bozza di nuovo regolamento per i suoli pubblici è pronta. Adesso cercheremo di avviare nel più breve tempo possibile il confronto politico e con le associazioni di categoria”. Lo ha reso noto l’assessore al Commercio, Andrea Carpita, che preannuncia dunque un’accelerazione in vista nell’atavica questione della riforma del regolamento sulla concessione di spazi pubblici a Taormina. Il testo che l’Amministrazione comunale vuole porre in vigore dalla stagione turistica è stato predisposto e nelle prossime settimane potrebbe scattare il dibattito per delineare l’assetto poi definitivo del documento.

“Al momento abbiamo approntato una bozza – spiega Carpita -. E’ chiaro che adesso insieme alla maggioranza consiliare cercheremo di definire questa proposta, andando a vedere se c’è qualcosa da modificare o integrare. A quel punto apriremo un confronto con le associazioni di categoria, per informare gli operatori economici della proposta di regolamento che l’Amministrazione intende portare in Consiglio comunale e fare approvare”.

Nel nuovo regolamento si punta, in particolare, a porre rimedio a problematiche di vecchia data, come quella di attività alle quali a suo tempo è stato concesso il suolo in condizioni di non congruità tra gli spazi esterni e quelli interni: “Il suolo da concedere deve essere proporzionato agli spazi interni di un esercizio, non può più esserci una disomogeneità”. Il nuovo regolamento comprenderà anche una rivisitazione delle disposizioni sull’arredo urbano, come nel caso delle ringhiere da posizionare per i locali e le indicazioni sui materiali da utilizzare per le attrezzature da posizionare sulla sede pubblica. L’assessore al Commercio si schiera, intanto, sulla stessa linea del collega assessore al Bilancio, Giuseppe Caltabiano, che ha previsto il blocco dei permessi per i morosi: “Sicuramente condividiamo la proposta di non rilasciare più alcun tipo di licenza, concessione e autorizzazione di suolo pubblico per coloro che risultano morosi nei confronti del Comune di Taormina”.

“I tempi restano ad ogni modo incerti – continua Carpita – e l’argomento poi si sa che non è di quelli che hanno vita facile da tanti anni a questa parte al Comune di Taormina. Adesso in Consiglio comunale bisognerà dare priorità all’approvazione dei bilanci. C’è da esitare il consuntivo 2016, il consuntivo 2017 ed il previsionale 2018, senza dimenticare Asm, pertanto non si può immaginare che ciò comporterà uno slittamento della trattazione di altri punti come quello dei suoli pubblici. La mia speranza è che si riesca a fare arrivare la proposta di delibera in aula già entro fine anno ma se così non sarà allora saremo pronti per l’inizio del 2019. Se il regolamento verrà approvato si potrà mettere ordine e decoro a partire dalla prossima stagione turistica”.

© Riproduzione Riservata

Commenti