Golden Eagle Danube Express a Taormina

Aspettando l’alta velocità in Sicilia, che chissà quando e se mai diventerà realtà, ha fatto tappa intanto nelle scorse ore a Taormina il treno dei sogni, il “Golden Eagle Danube Express”. E’ un treno per il quale i turisti ungheresi sono arrivati a pagare anche 15 mila euro per raggiungere la Sicilia e tra le destinazioni toccate c’è anche Taormina. Il treno turistico superlusso partito nei giorni scorsi da Budapest ha compiuto un viaggio di quasi 2 mila chilometri proprio al costo di 15 mila euro a cura della “Golden Eagle”, che porta turisti da tutto il mondo alla scoperta delle più belle città d’Italia.

Il treno turistico “Golden Eagle Danube Express” rappresenta una sorta di paradosso dei due mondi, tra il superlusso del viaggio europeo che poi è costretto a fare i conti con le difficoltà della linea ferroviaria del Mezzogiorno italiano ed in particolare del profondo Sud, dove traghettare da Villa San Giovanni a Messina nel 2018 è ancora un esercizio complicato che richiede 2 ore di tempo. La scena del “Golden Eagle Danube Express” approdato mercoledì notte a Taormina ha lasciato comprensibilmente a bocca aperta, incantati e affascinati, i pendolari che hanno visto la carrozza di colore blu guidata da un locomotore Trenitalia.

All’interno c’è ogni comfort, un ristorante di lusso e vagoni che non hanno nulla da invidiare alle camere dei migliori hotel. Si tratta a tutti gli effetti di una crociera di lusso ed il pacchetto offerto ai turisti è stato denominato “Sicilian Odyssey” (qui dalle nostre parti, in realtà, l’odissea è in realtà quella quotidiana dei pendolari), in un pacchetto che ha compreso anche Venezia, Cremona, Verona, Bologna, Rimini, l’area di Ercolano e Pompei, Bari e poi appunto la Sicilia. Palermo, Corleone, Agrigento, Ragusa, Siracusa, Caltagirone, Catania e infine Taormina.

La bellezza incomparabile dei luoghi di Sicilia ha spinto questi turisti a pagare sino a 15 mila euro. Ad ogni località, o quasi, corrisponde con questo treno una giornata di visita con guide turistiche al seguito tra i monumenti e i paesaggi delle città. Il treno va in deposito e poi torna in azione in vista della tappa successiva. Solitamente il Danube Express non si ferma nel Mezzogiorno, si ferma nel Nord Italia. Stavolta ha fatto un’eccezione, con destinazione finale Sicilia. Atmosfere da romanzi ottocenteschi tra paesaggi contemporanei nella bellissima Sicilia dove i collegamenti ferroviari sono rimasti ancora indietro di mezzo secolo e ricordano scene di “leoniana” memoria, l’era di C’era una volta il West…

© Riproduzione Riservata

Commenti