scalinate pericolose

Vie e viuzze con scalinate vistosamente usurate, scalini completamente saltati, percorsi pedonali dove i pedoni rischiano ogni giorno di cadere e finire rovinosamente a terra con le relative richieste di risarcimento danni poi intentate contro il Comune di Taormina. Per cercare di rimediare a questa situazione che si fa sempre più preoccupante la casa municipale sta pensando ad un apposito piano di interventi che impegnerà una ditta nell’andare a mettere in sicurezza le scalinate e gli scalini oggi in piena condizione fatiscente o mancanti di qualche parte e che perciò mettono a repentaglio la pubblica incolumità dei cittadini. Il Comune è intenzionato a reperire dal bilancio una cifra pari a circa 15 o 20 mila euro, destinata ad avviare degli interventi.

Si tratterebbe di una prima fase di opere dedite a fronteggiare le emergenze in un contesto che esige certamente importi ben più consistenti per dare una svolta in termini di fruibilità in sicurezza dei luoghi. L’iter viene predisposto dal vicesindaco ed assessore ai Lavori pubblici, Enzo Scibilia, per il quale si tratta di “un’iniziativa utile e per tanti versi ormai irrimandabile a causa delle cadute che interessano i cittadini”. I lavori verranno preparati d’intesa con l’Area Manutentiva dell’Ufficio Tecnico comunale.

Al momento si sta effettuando una valutazione sulle aree dove concentrare le attenzioni e una stima esatta di quelle che potrebbero essere le somme complessivamente necessarie per incidere in modo significativo su questo piccolo grande problema che affligge Taormina ormai da parecchi anni e che, anche per la conformazione urbanistica del territorio, si riscontra in diverse zone della città con sempre maggiore insistenza.

I cittadini cadono, spesso si fanno male e poi denunciano il Comune, che deve in tante circostanze pagare dei risarcimenti danni. Si attenderà che venga esitato il bilancio in Consiglio comunale e poi dovrebbe scattare la fase operativa di questi lavori che i residenti sollecitano da parecchio tempo e che ci si augura possano interessare non solo il centro storico ma anche le frazioni di Taormina.

© Riproduzione Riservata

Commenti