Ruggero Razza, assessore regionale alla Salute

Blitz in gran segreto dell’assessore regionale alla Salute, Ruggero Razza, all’ospedale San Vincenzo di Taormina. L’esponente del Governo Musumeci si è recato, infatti, al presidio di contrada Sirina per visitare alcuni reparti e per accertare dunque lo stato delle cose nella struttura ospedaliera che rappresenta ormai uno dei punti di riferimento della sanità siciliana.

Si è trattato di una visita non programmata con la quale Razza, lontano dai riflettori, ha voluto rendersi conto personalmente della situazione a Taormina, dove da qualche tempo si riparla di paventati tagli all’ospedale che però a quanto pare non dovrebbero esserci.

Razza ha visitato in particolare il Centro di Cardiochirurgia pediatrica, la struttura che la Regione Siciliana ha confermato di recente in contrada Sirina con un accordo sottoscritto insieme all’ospedale pediatrico Bambino Gesù di Roma. Lo stesso assessore aveva a più riprese rassicurato le famiglie dei bambini ricoverati ed in cura al Ccpm sulla volontà del Governo regionale di non chiudere il centro specialistico che rappresenta un eccellenza nella cura delle patologie cardiologiche dei piccoli pazienti. E l’impegno dell’assessorato alla Salute, d’intesa con il governatore Nello Musumeci, ha poi avuto conferma nell’avvenuta proroga di un anno della convenzione in essere con il Bambino Gesù.

L’assessore Razza ha visitato il Ccpm, si è intrattenuto a colloquio con i medici e a quanto pare ha tratto delle indicazioni positive dalla visita. Nell’occasione ha effettuato anche un sopralluogo in altri reparti ed in particolare nelle divisioni di Cardiologia e Chirurgia. Sotto la lente di ingrandimento pure il Pronto Soccorso, che fa registrare il dato record di circa 26 mila accessi all’anno e dove si registra il permanere delle lunghe code quotidiane per l’accesso al reparto, con il problema della relativa carenza di organico.

 

© Riproduzione Riservata

Commenti