Taormina, Parcheggio Lumbi
Taormina, Parcheggio Lumbi

“Presenteremo una richiesta di finanziamento alla Regione per ottenere i fondi necessari alla realizzazione degli ascensori di collegamento tra il Lumbi e il centro storico. Non si può più rimandare la predisposizione di questo intervento”. Lo ha dichiarato il sindaco di Taormina, Mario Bolognari, che ha così comunicato la volontà del Comune, d’intesa con Asm, di attivare “le procedure necessarie a consentire il reperimento delle somme che servono per realizzare il collegamento verticale tra il parcheggio Lumbi e la zona di Fontana Vecchia”.

L’argomento è ampiamente noto ai taorminesi. Si tratta della grande incompiuta di Taormina, un’opera attesa da oltre 20 anni e sempre rimasta un “sogno proibito” tra tanti buoni propositi che si sono mai tradotti in una svolta. Il Lumbi venne aperto nel 1995 e a distanza di 23 anni ancora si attende che venga costruita l’opera che lo collegherebbe in via diretta con l’area di Fontana Vecchia.

“Innanzitutto voglio sgomberare il campo dalle discussioni inutili sul dubbio se vadano realizzati gli ascensori o se invece la scala mobile – afferma il prof. Bolognari -. E’ un dibattito del tutto “virtuale”, che va avanti da tanti anni ma che non ha nemmeno un senso logico. Bisogna fare gli ascensori ed è la tipologia di opera sulla quale punteremo. La scala mobile è troppo costosa e non sarebbe nemmeno la soluzione funzionale. Anche dal punto di vista tecnico gli ascensori danno maggiori garanzie e ci muoveremo in questa direzione”. Andrà fatta, a questo punto, una stima esatta dei costi, in un contesto nel quale da 20 anni a questa parte si è parlato di cifre piuttosto “ballerine”, tra chi ha ipotizzato che siano necessari almeno 2 milioni e mezzo di euro, chi prospetta una spesa di 3 o 4 milioni e chi ritiene, invece, che anche Un milione di euro possa bastare.

“I taorminesi sentono parlare ormai da tanti anni di questa infrastruttura che è rimasta irrealizzata – ha aggiunto il primo cittadino -. E’ arrivato il momento di passare dalle parole ai fatti. Cercheremo di intercettare delle linee di finanziamento regionali che consentano all’Asm e al Comune di Taormina di dotare il territorio degli ascensori, che alleggerirebbero ovviamente i flussi veicolari che gravano oggi sulla Via San Pancrazio, essendo le navette l’unico mezzo di collegamento”.

Ad incoraggiare l’iniziativa è, comunque, anche lo stato di salute positivo del forziere di Asm, che potrebbe contribuire alla riuscita dell’iter: “Certamente i numeri attuali di Asm sono un fatto positivo, possiamo e dobbiamo trovare una soluzione per fare gli ascensori”.

© Riproduzione Riservata

Commenti