stagione positiva per il turismo a Taormina

“La stagione turistica che si avvia alla fase conclusiva è stata certamente molto positiva, e Taormina si sta confermando al centro dell’attenzione dei più importanti mercati internazionali. Ci sono le potenzialità per fare ancora meglio e iniziative come la futura Ztl possono aiutare il turismo di qualità di questa città”. Lo afferma Piero Benigni, direttore regionale di ADA Sicilia (l’Associazione dei direttori d’albergo) e general manager del Grand’Hotel San Pietro di Taormina.

“La stagione 2018 è stata senza alcun dubbio ottima – spiega Benigni -. Attendiamo i dati ufficiali del Servizio Turistico inerenti il mese di luglio ma il consuntivo è comunque buono. I primi sei mesi dell’anno hanno, d’altronde, già evidenziato che a Taormina c’è un 8% in più di presenze turistiche nelle strutture della città. Il trend è stato sin qui molto confortante. Taormina può e deve allungare la stagione perché ci sono le potenzialità per poter centrare questo obiettivo strategico per l’economia del territorio”.

Benigni anticipa come sarà il mese appena iniziato e riserva invece qualche frecciata al mese di agosto, che si confermato un periodo tradizionalmente “di massa” a Taormina: “Ci apprestiamo a vivere quello che sarà il mese boom della stagione turistica, caratterizzato da un turismo di maggiore qualità. Taormina è una delle mete preferite sui mercati esteri e il 2018 ha rimarcato questa tendenza. Allo stesso tempo il mercato interno, quello nazionale, si è confermato negativo, ma questo è un discorso che non riguarda soltanto Taormina. Anche altre destinazione turistiche soffrono i numeri in calo del mercato italiano. Agosto è stato un mese per certi versi blando, anche perché sino al periodo di ferragosto il territorio vive l’assalto del turismo di massa, ma adesso si potrà avere un turismo di maggiore livello”.

I mercati che il direttore di Ada promuove a pieni voti sono quelli tradizionali ma non soltanto: “sono arrivati numerosi tedeschi, inglesi ma anche i nord europei ed è in crescita il movimento proveniente dagli Stati Uniti, ad ulteriore conferma che c’è una grande attenzione su Taormina e questa attenzione deve fare riflettere ed essere da sprone per migliorare ed allungare la stagione, puntando in particolare sui flussi europei e su quei paesi dove il turista ama viaggiare nei mesi invernali”.

Infine, Benigni promuove la prevista introduzione di un nuovo piano di viabilità dal 2019 a Taormina con le Ztl: “E’ una scelta che non può che trovare d’accordo gli operatori del settore turistico ed economico. Una riorganizzazione a 360 gradi del sistema di circolazione in città può dare vantaggi sia al turista, che avrà modo di trovare una località più accogliente e meno caotica, sia al cittadino residente, che ogni giorno è costretto sinora ad assistere ad una situazione di caos ormai di vecchia data. Non si può più andare avanti con il sistema attuale, che anche lo scorso agosto ha visto Taormina presa d’assalto da un numero impressionante di flussi “mordi e fuggi”. Servono regole nuove, precise e certe, nell’interesse di tutti”.

© Riproduzione Riservata

Commenti