Giovanni Coco

Un altro esponente della “vecchia guardia” lascia Palazzo dei Giurati: dopo 42 anni di servizio va in pensione il dirigente comunale Giovanni Coco. Con la delibera di Giunta che prevede il “collocamento a riposo per vecchiaia” del funzionario taorminese, lascerà dunque nel gennaio 2019 gli uffici comunali l’ultimo storico esponente ancora in attività della dirigenza del Comune di Taormina. Coco, 66 anni compiuti lo scorso 5 maggio, ha maturato una lunghissima esperienza lavorativa caratterizzata da vari incarichi di responsabilità.

In tutto questo tempo ha svolto molteplici incarichi di rilievo nell’ambito del Comune, ha diretto in particolare gli uffici preposti al Servizio Idrico, la Raccolta Rifiuti, Cultura, Servizi Sociali, Patrimonio ed anche attività come l’ufficio locale del Servizio civile che per diversi anni ha visto impegnato tanti giovani taorminesi. Ed ha avuto deleghe di responsabilità per le gestioni di beni comunali come la Casa di Riposo, il Palacongressi e la piscina comunale.

Nel corso della sua lunghissima esperienza al Comune, Giovanni Coco ha anche affrontato e superato momenti difficili come la prematura scomparsa in tragiche circostanze, il 1 settembre 1994, dell’amato fratello, Nunzio Coco (stimato taorminese che, a sua volta, fu membro dello staff del Presidente del Consiglio, Giovanni Spadolini e consigliere comunale della Perla dello Ionio). Adesso la “memoria storica” degli uffici comunali taorminesi si prepara ad andare in pensione a partire dal 1 gennaio 2019.

© Riproduzione Riservata

Commenti