il Vicequestore Fabio Ettaro

Si conferma puntuale ed efficace il dispositivo di sicurezza e ordine pubblico attuato dalla Polizia di Stato del Commissariato di Taormina d’intesa con la Questura di Messina in occasione dei grandi eventi nella Perla dello Ionio. La Ps di Taormina sta portando, infatti, a compimento una stagione senza pausa di servizi d’ordine predisposti e messi in campo quotidianamente nella capitale del turismo siciliano con il duplice obiettivo di garantire la sicurezza ai tanti visitatori della città ed al contempo per fare fronte all’enorme afflusso degli avventori diretti al Teatro Antico per assistere ai vari concerti e spettacoli in programma nel sito archeologico greco-romano.

“Abbiamo effettuato in questa stagione estiva servizi di ordine pubblico per circa 50 spettacoli – spiega il vicequestore Fabio Ettaro, dirigente del Commissariato di Ps di Taormina -. Le modalità gestionali ed operative si sono consolidate nel tempo, sulla base delle positive esperienze anche degli anni recenti, e ci consentono di porre in essere efficaci misure di sicurezza”. L’arrivo dei 5 mila spettatori dei concerti è stato contenuto senza problematiche di lunghe code.

“L’attuazione di un’attività di filtraggio lungo la Via Teatro Greco – evidenzia il dott. Ettaro – consente un regolare afflusso al Teatro. Possiamo dire che tutto è andato bene e si è confermata la bontà di un dispositivo d’ordine che viene modulato anche sulla base della tipologia di evento che è in programma e dei flussi di pubblico previsti di volta in volta al Teatro Antico. Le Forze dell’Ordine, ovviamente, si attengono alle prescrizioni della circolare Gabrielli e alle successive ulteriori disposizioni”.

All’ingresso del Teatro Antico sono stati svolti e continuano ad essere attuati, in ogni occasione, specifici controlli da parte degli agenti di Polizia con i metal detector per garantire la sicurezza. Ed oltre anche al supporto di Carabinieri e Guardia di Finanza, sono stati effettuati ulteriori servizi congiunti. “La Polizia di Stato – aggiunge il vicequestore – ha messo a disposizione anche il supporto del Reparto Mobile di Catania e si sono rivelati utili anche i divieti sulla viabilità posti in essere dalla Polizia locale, con l’ausilio della Polizia Metropolitana”.

© Riproduzione Riservata

Commenti