Taormina, Scuola Vittorino da Feltre
Taormina, Scuola Vittorino da Feltre

Dopo il mancato trasferimento, ormai sfumato in via definitiva, delle scuole elementari di Taormina nell’immobile delle Suore Francescane, c’è già un’altra emergenza che si affaccia all’orizzonte per il Comune. Bisognerà infatti trovare quanto prima una nuova sede temporanea per i bambini della scuola materna. I bambini della materna attualmente si trovano all’interno del plesso della “Vittorino da Feltre”, e per l’esattezza nell’unica ala dell’edificio che è rimasta aperta nel 2004 quando venne chiusa la storica scuola elementare per problemi legati alla vigente normativa sismica. Da allora in poi, com’è noto, gli studenti delle elementari sono stati trasferiti nella scuola media Ugo Foscolo e la materna è invece rimasta al proprio posto.

La casa municipale ha ottenuto un finanziamento da Un milione e 700 mila euro per la ristrutturazione della “Vittorino da Feltre”, il decreto definitivo è in arrivo da Palermo e la ristrutturazione delle scuole elementari renderà necessario lo spostamento anche dei bambini della scuola materna nel periodo in cui verranno effettuati i lavori. Le opere di messa a norma e adeguamento sismico della “Vittorino da Feltre” non scatteranno subito perché prima bisognerà espletare la gara d’appalto, che sarà curata dall’Urega (Ufficio Regionale Gare d’Appalto) e allora è probabile che gli interventi possano essere avviati ad inizio 2019, forse tra gennaio e febbraio.

Ecco perché la fase finale del 2018 servirà, intanto, all’Amministrazione comunale per individuare un immobile dove poter spostare in via provvisoria la scuola materna. Le prime ipotesi sinora non sono sembrano fattibili ed è stata anche valutato proprio in questi giorni Casa Grandmont, immobile comunale ubicato in Via Fazello. Casa Grandmont, immobile donato in passato al Comune dal benefattore cavaliere Carlo Zuccaro, sino agli Anni Novanta era sede proprio dell’asilo di Taormina ma è stato poi chiuso. In questi anni il bene è stato riutilizzato mettendolo a disposizione di alcune associazioni locali, sono state inoltre trasferiti alcuni uffici decentrati del Comune e in alcuni ambienti sono stati depositati materiali di archivio. Servirebbero dei lavori di ristrutturazione dell’immobile e il Comune non dispone al momento dei fondi necessari. Non è fattibile nemmeno la soluzione dell’ala dell’ex ospedale di contrada Cuseni che è di proprietà del Comune e che, anche in questo caso, versa in condizioni fatiscenti. La ricerca di una sede alternativa per la scuola materna è destinata continuare.

© Riproduzione Riservata

Commenti