l'assessore Andrea Carpita e la senatrice Urania Papatheu

Nuove opportunità in vista per i giovani di Taormina che necessitano di sostegno al reddito. Si è svolto, infatti, nelle scorse ore un incontro operativo tra l’assessore Andrea Carpita e la senatrice Urania Papatheu per affrontare il tema delle possibilità di accesso ai fondi che potrebbero essere messi a disposizione attraverso il Reddito di Inclusione.

“Con l’introduzione del Reddito di Inclusione (REI) – spiega la sen. Papatheu -, per la Sicilia, ed in particolare per Taormina, c’è la possibilità di attingere ad un fondi da 1 milione, 350 mila euro, disponibili per tutti i Comuni della Provincia di Messina. Si è presentata una grande opportunità che è quella di poter assumere personale (assistenti sociali, psicologi, addetti al segretariato sociale, amministrativi) da impiegare sul territorio per assistere quanti vivono in condizioni di povertà.

Le risorse sono quelle del PON Inclusione (114 milioni di euro per la Sicilia) e del Fondo povertà (43 milioni per 2018 e 50 milioni per il 2019)”. Nel confronto avvenuto sul tema delle politiche giovanili tra la Papatheu e l’assessore Carpita, in un contesto che vedrà anche la sinergia con l’assessore Francesca Gullotta, è emersa comunque la necessità di istruire le procedure con immediatezza e presentare le istanze nei tempi richiesti.

“Bisogna anche fare i conti – ha aggiunto Papatheu – con un ritardo spesso clamoroso nell’avvio delle procedure finalizzate alle assunzioni e con l’incapacità di spesa poi da parte degli amministratori locali. Ad oggi infatti su 114 milioni di euro, disponibili dal 2016/2017, ne sono stati spesi solo circa 80 mila. È un dato che deve far riflettere. Ci sono le risorse ma nessuno presenta le istanze. Si tratta di risorse da spendere entro il 2019, risorse che in caso contrario andranno perdute. La Sicilia non se lo può assolutamente permettere, essendo al secondo posto delle regioni più povere d’Italia. È necessario che sia la Regione solleciti la domanda con azioni di animazione territoriale specifiche e che gli amministratori degli enti locali si impegnino affinché i cittadini siciliani possano sfruttare un’occasione irripetibile”.

© Riproduzione Riservata

Commenti