le scuole elementari restano alla "Ugo Foscolo"

Tavolo tecnico sulle scuole ieri a Palazzo dei Giurati e dopo il Capalc naufraga anche un’altra ipotesi per le scuole elementari di Taormina. Si è svolto in Comune un nuovo incontro tra il sindaco Mario Bolognari, la dirigente dell’Istituto Comprensivo 1, Carla Santoro, la presidente del Consiglio d’Istituto, Ornella Monforte e la vicepresidente del Consiglio d’Istituto, Manuela Trifiletti.

Dal confronto è emersa ancora una volta la difficoltà, allo stato attuale delle cose, a trovare una struttura dove trasferire gli studenti delle scuole elementari che dal 2004 ormai si trovano presso la scuola media “Ugo Foscolo” dopo l’avvenuta chiusura della “Vittorino da Feltre”. Non ci sono margini per riaprire la trattativa con le Suore Francescane Missionarie di Maria per l’immobile dell’istituto religioso che nei mesi scorsi il Comune ha tentato di prendere in affitto. Il sindaco Bolognari ha ribadito che le Suore hanno chiuso a qualsiasi ipotesi di ripartenza delle trattative.

“Non c’è più nessuna possibilità su questo fronte – conferma la presidente del Consiglio d’Istituto, Monforte -. Le Suore hanno detto nuovamente no e questa posizione certamente ci dispiace e ci delude. Ora verranno valutate altre soluzioni ma è davvero difficile individuare un altro immobile che possa essere disponibile e pronto poi in tempi brevi”.

Sempre ieri mattina, tra l’altro, a margine dell’incontro svoltosi in Comune proprio la Monforte, la dott.ssa Santoro e il consigliere comunale di maggioranza, Giuseppe Sterrantino, hanno effettuato un sopralluogo al vecchio ospedale “San Vincenzo”, l’ex presidio di contrada Cuseni, che per metà appartiene al Comune di Taormina (e per metà all’Asp Messina). E’ stato attenzionato il primo piano dell’immobile che versa però in condizioni fatiscenti, non è una soluzione praticabile e richiederebbe costi esorbitanti per una rifunzionalizzazione dei locali.

“L’amara verità è che inizieremo il nuovo anno scolastico esattamente dove tutto era finito a giugno – continua Monforte -. Non ci sono immobili dove trasferire i bambini delle elementari, il Comune non ha le risorse per sostenere spese di rilievo. C’è tanta amarezza, c’è scoramento e non lo possiamo negare. Dopo tante battaglie ed anche dopo una manifestazione pubblica, speravamo si potesse arrivare ad una svolta e più volte siamo stati presenti anche in Consiglio comunale. Purtroppo i problemi rimangono irrisolti. Le difficoltà partono chiaramente da lontano e non possiamo addossare le colpe sulla nuova Amministrazione in carica da pochi mesi. Siamo e rimaniamo del tutto apolitici perché quello che ci sta unicamente a cuore è che i nostri figli possano frequentare scuole sicure e funzionali. Ma certamente si poteva e si doveva fare di più nei precedenti cinque anni”.

Lo scenario che, a questo punto, si prospetta è quello della permanenza dei bambini delle elementari ancora alla scuola media Ugo Foscolo, in attesa poi della prevista ristrutturazione della vecchia scuola elementare “Vittorino da Feltre”, per la quale il Comune ha ottenuto Un milione e 700 mila euro ed il cui relativo finanziamento regionale porterà alla gara presso l’Urega nei prossimi mesi. Serviranno 2 anni prima che il plesso chiuso dal 2004 sia pronto per riaccogliere i bambini come avveniva per tante generazioni passate di taorminesi.

© Riproduzione Riservata

Commenti