Renato Panvino, Capo centro della Direzione Investigativa Antimafia (Dia) di Catania
Renato Panvino, Capo centro della Direzione Investigativa Antimafia (Dia) di Catania

Renato Panvino, capo centro della DIA etnea, è stato insignito da Legambiente di un importante riconoscimento per l’inchiesta sui rifiuti speciali, denominata “Garbage Affair”. Legambiente organizza annualmente un’edizione del premio nazionale Ambiente e Legalità, un attestato di merito che viene riconosciuto a magistrati, uomini delle forze dell’ordine e della società civile, giornalisti e imprenditori che si sono particolarmente distinti nella lotta alla criminalità ambientale.

In questo ambito, il dott. Panvino si è particolarmente distinto per il suo brillante operato nella lotta alla criminalità e per i risultati di alto livello conseguiti attraverso varie operazioni alla guida della Direzione Investigativa Antimafia di Catania.

Nelle scorse ore a Rispescia, in provincia di Grosseto, nell’ambito della manifestazione  denominata Festambiente, festival internazionale dedicato all’ecologia e alla solidarietà, l’associazione onlus Legambiente ha conferito il prestigioso premio al Primo Dirigente della Polizia di Stato dott. Panvino, Capo Centro della DIA per la Sicilia Orientale, per l’inchiesta “Garbage Affair” encomiando il lavoro svolto con particolare efficacia e dedizione nel contrasto alle varie forme di criminalità ambientale. La consegna dell’attestato è stata preceduta dal dibattito “Prima la giustizia. Per un’Italia fondata sulla corresponsabilità nella lotta alle mafie e alla corruzione”, al quale hanno partecipato numerose autorità.

“Garbage Affair” è la delicatissima indagine che ha messo in luce gli intrecci di corruzione e malaffare nella gestione dei rifiuti al Comune di Catania. Ennesimo riconoscimento di assoluto rilievo, dunque, per Panvino che si sta distinguendo per l’encomiabile lavoro al vertice della Dia, come già si era fatto apprezzare per le sue qualità di elevato profilo professionale ed umano anche negli anni in cui svolgeva il ruolo di dirigente del Commissariato di Polizia di Stato di Taormina.

“Ringrazio Legambiente – ha detto il dott. Panvino – per aver voluto assegnare
questo importante riconoscimento che condivido con gli uomini e le donne della DIA che
rappresento e che ogni giorno si prodigano per ripristinare i valori della legalità”.

© Riproduzione Riservata

Commenti