Taormina, Piazza S.Antonio
caos veicolare in piazza Sant'Antonio

La nuova Amministrazione punta all’istituzione di un nuovo piano del traffico con la chiusura del centro storico ai non residenti e un sistema di Ztl con telecamere. A tal proposito il sindaco Mario Bolognari ha convocato per il 7 agosto una riunione con le associazioni di categoria degli operatori economici di Taormina per avviare un confronto operativo sul piano che il primo cittadino e la Giunta intendono porre in essere a partire dalla stagione turistica 2019. “Posso dire che certamente siamo determinati ad andare fino in fondo per dare alla città quella svolta sulla viabilità che non è più rinviabile”, ha evidenziato Bolognari.

“Ci confronteremo con le associazioni per mettere a punto con l’apporto degli albergatori e dei commercianti un piano che sia attuabile e che consenta di incidere positivamente sulla viabilità e sulla vivibilità di Taormina”, aggiunge il sindaco. Il 7 agosto al tavolo con la Giunta ci saranno il presidente di Federalberghi Taormina – Associazione Albergatori di Taormina, Italo Mennella, il presidente di Federalberghi Extra – Taormina, Giovanni Ficarra, il presidente dell’Associazione Commercianti Taormina, Nino Scandurra, e il presidente dell’Associazione Imprenditori Taormina, Carmelo Pintaudi.

Verrà presentato, dunque, in quella occasione il progetto di massima, per acquisire indicazioni in vista della predisposizione della fase attuativa, che ovviamente non potrà essere immediata e guarderà al 2019. Si punta sull’istituzionale delle Zone a Traffico Limitato con il controllo del centro storico mediante un sistema di apposite telecamere e con una segnaletica che, per forza di cose, andrà rivisitata in diversi tratti e adeguata alle modifiche al traffico che verranno determinate. Un elemento di novità che, a quanto risulta, caratterizzerà il futuro piano di viabilità sarà quello della sosta temporalizzata. Nei prossimi mesi dovrebbe essere indetta la relativa gara d’appalto. Limitare i flussi, per altro, consentirebbe una maggiore sicurezza nel centro storico, verso il quale al momento si riversa un numero eccessivo di mezzi, che creano spesso situazioni caotiche in diverse arterie.

Per tanti anni e tante volte si è prospettata l’introduzione della Ztl e della chiusura ai non residenti del centro storico di Taormina: una dichiarazione d’intenti rimasta poi incompiuta per vari motivi e problematiche rivelatesi di volta in volta insormontabili. Ora si va verso un nuovo tentativo da parte del Comune in un contesto, quello della viabilità, che da sempre è materia “a doppio taglio” per gli amministratori taorminesi, con la difficoltà di mettere d’accordo i vari operatori economici locali e i taorminesi in generale. Tuttavia anche il caos viario di questi giorni, con un impressionante flusso di veicoli in transito sia nella zona litoranea che in centro, conferma che una svolta è necessaria e non più rinviabile

© Riproduzione Riservata

Commenti