Tamim-bin-Hamad-Al-Thani

Lo sceicco Tamim Bin Hamad Al-Thani è arrivato in Sicilia. Con il suo panfilo lungo 124 metri l’emiro del Qatar è giunto la scorsa notte nell’isola attraccando a Palermo per una vacanza che in realtà sembra poter avere importanti riverberi d’affari. L’emiro del Qatar ha portato a Palermo anche il suo grande Boeing di 76 metri.

Una visita a sorpresa quella di Al-Thani a bordo del mega yacht “Katara”. Lo sceicco in questi giorni è in vacanza nel Mediterraneo. Al-Thani di solito non viaggia sullo yacht, ma lo usa come base di appoggio per le sue vacanze.

Il “Katara” è una vera e propria città galleggiante, avvistata finora diverse volte a Porto Cervo e in rada in altri porti della Sardegna, oltre che qualche anno fa anche a Siracusa. L’impressionante imbarcazione costruita a Brema nel 2010, è stata progettata dall’Espen Oeino International per gli esterni e da Alberto Pinto per gli interni. Sul ponte posteriore possiede, tra le altre cose, una piscina, una palestra, un centro benessere ed è dotata dei più moderni comfort sotto ogni punto di vista.

Tamim bin Hamad al-Thani divide la passione per il mare con il padre, lo sceicco Hamad bin Jassim bin Jaber Al Thani, azionista di maggioranza della compagnia Qatar Airways, proprietario di un altro mega yacht, l’Al Mirqab, dotato di una piazzola per l’atterraggio degli elicotteri, di cinque appartamenti più una vip suite, destinata al proprietario che di solito si muove in compagnia delle tre mogli, e di alcuni dei 24 figli (undici maschi e tredici femmine). Tamin, 38 anni, ha tre mogli e otto figli.

Secondo alcune indiscrezioni l’emiro sarebbe già stato a Villa Igiea, anche se non si hanno conferme, e comunque nelle prossime catalizzerà, per forza di cose, l’attenzione su di sé e sulle dinamiche del suo blitz in terra siciliana.

Nell’agenda di Tamim bin Hamad al-Thani, ricchissimo proprietario del Paris Saint Germain ci sarebbero alcuni sopralluoghi in gran segreto per possibili investimenti immobiliari in Sicilia: si parla, in tal senso, di un importante immobile nel mirino a Taormina, dove la famiglia al-Thani provò nel 2016 ad acquisire per 52 milioni e mezzo di euro il San Domenico Palace e pare ancora adesso poter puntare ad altri gioielli dell’hotellerie del primo polo turistico siciliano.

Tamim bin Hamad al-Thani avrebbe in programma anche e soprattutto una serie di incontri con i dirigenti di club italiani (a quanto pare due società in particolare) per chiudere, in prima persona, importanti operazioni di calciomercato riguardanti il Psg e trasferimenti milionari di calciatori. La tappa siciliana dello sceicco sarà abbastanza breve anche perché al-Thani potrebbe decidere di recarsi già domani in Cina, a Shenzen, per assistere sabato pomeriggio alla Supercoppa di Francia tra il suo Psg e il Monaco.

© Riproduzione Riservata

Commenti