Ccpm confermato a Taormina
il Ccpm punto di riferimento per la cura dei bambini

E’ ufficiale la conferma del Centro di Cardiochirurgia Pediatrica a Taormina. Il direttore generale dell’Asp Messina, Gaetano Sirna, e la presidente dell’Ospedale pediatrico Bambino Gesù, Mariella Enoc hanno firmato ieri a mezzogiorno a Roma la proroga di 2 anni della convenzione in essere sul Ccpm. Soddisfazione è stata espressa all’atto della firma dal dott. Sirna che era stato delegato con pieni poteri sulla trattativa in questione dall’assessore alla Salute, Ruggero Razza, e dal presidente della Regione, Nello Musumeci, e ha portato a conclusione l’iter con la “fumata bianca” di ieri.

“Ce l’abbiamo fatta – commenta il dott. Sirna -, il Ccpm rimane a Taormina e non ci sarà la chiusura che da più parti veniva paventata e prospettata. Abbiamo prolungato per ulteriori due anni la convenzione con il Bambino Gesù di Roma e ringrazio la dott.ssa Enoc per la sua grande disponibilità, così come ringrazio ovviamente l’assessore Razza e il presidente Musumeci che hanno consentito la sottoscrizione di questa ulteriore intesa. Quella che abbiamo apposto stamattina (ieri, ndr) è una firma che conferma che consente la permanenza della Cardiochirurgia a Taormina e rafforza ulteriormente il Ccpm, struttura che negli anni è punto di riferimento assoluto nel Sud Italia e nell’area del Mediterraneo per la cura dei bambini afflitti da patologie di età pediatrica”. Si va verso la prospettiva del doppio centro di Cardiochirurgia in Sicilia, uno è quello cioè già esistente a Taormina che rimarrà riferimento per il versante orientale dell’isola, e quello che verrà poi approntato a Palermo che servirà la Sicilia Occidentale. Sirna ha anche confermato che verrà presto firmata l’altra convenzione, quella tra Regione Siciliana e Regione Calabria, che consentirà al Ccpm di confermarsi ulteriormente struttura strategica nell’intera area dello Stretto.

“Siamo in dirittura d’arrivo – ha evidenziato il manager dell’Asp Messina – e la firma della convenzione avverrà nei prossimi giorni. Si tratta di un’altra iniziativa di assoluto rilievo che farà del Ccpm un polo di eccellenza nell’area dello Stretto per entrambe le Regioni, pronte ad unire le forze a sostegno di questo centro specialistico”.

La svolta maturata ieri vede, ovviamente, altrettanto soddisfatta la presidente Enoc, che si era recata di recente al Ccpm di Taormina per rassicurare i genitori dei bambini ricoverati ed in cura al San Vincenzo. “State tranquilli, non andiamo via”, aveva detto Enoc, che ha confermato anche stavolta nei fatti la sua tenace e determinata volontà di far rimanere l’equipe del Bambino Gesù a Taormina, al servizio della famiglie che a lungo hanno temuto per le sorti del Ccpm e che adesso possono finalmente festeggiare la buona notizia tanto attesa.

© Riproduzione Riservata

Commenti