si intensifica la lotta allo stalking

“I risultati conseguiti in questi ore dall’Arma dei Carabinieri, con diversi arresti operati nei Comuni del comprensorio dell’hinterland di Taormina e nell’intera Provincia di Messina per i soggetti che si erano resi responsabili di reati di maltrattamenti, violenze e stalking nei confronti di donne, meritano un plauso delle Istituzioni. Lo Stato c’è e sta dando risposte importanti nel contrasto alla violenza di genere”. Lo afferma la senatrice di Forza Italia, Urania Papatheu che rivolge un attestato di stima nei confronti dei Militari del’Arma che nelle ultime ore hanno operato 6 arresti nei confronti di uomini che avevano posto in essere condotte violente e maltrattamenti familiari nei confronti delle compagne e/o ex conviventi.

Quattro arresti sono stati operati dai Carabinieri della Compagnia di Taormina, diretti dal Comandante Arcangelo Maiello, e altri due dai Carabinieri di Messina centro. Da qui l’attestato di apprezzamento che arriva dalla senatrice messinese Papatheu, che nei giorni scorsi ha promosso ed organizzato a Taormina la firma della “Carta della Non Violenza”, redatta dall’Associazione Mede@ e che ha visto la sottoscrizione di un “patto sociale” di cooperazione e di collaborazione tra gli enti no profit impegnati a contrastare il fenomeno delle violenze di genere.

“Si conferma l’attenzione e la sensibilità dell’Arma dei Carabinieri, della Polizia Giudiziaria e dell’Autorità Giudiziaria – ha detto la senatrice Papatheu – nella lotta a tali tipologie di reati. Si tratta di un segnale che fa ben sperare in una battaglia, quella per il rispetto dei diritti e della dignità femminile, che sarà ancora lunga e impegnativa ma che deve andare avanti con la massima determinazione da parte di tutte le forze in campo, dalle Istituzioni alle associazioni ed i liberi cittadini. Questi ulteriori fatti confermano come si possa e si debba uscire dall’inferno di una relazione di coppia trovando la forza di denunciare le violenze e i soprusi di cui si è spesso vittime”.

Il documento redatto nei giorni scorsi a Taormina, denominato anche “Carta di Taormina, intende dare una maggiore assistenza e un supporto più incisivo alle vittime di violenza come lo stalking, che sia efficace e riconoscibile ovunque sul territorio e che risponda ai principi etici propri dell’impegno sociale del mondo del volontariato.

© Riproduzione Riservata

Commenti