al centro (il secondo da destra) l'ispettore capo Giuseppe Cacopardo

Non migliorano le condizioni di salute dell’ispettore capo della Polizia locale di Taormina, Giuseppe Cacopardo, che ha riportato serie conseguenze a seguito di un’aggressione subita la sera del 14 maggio scorso. In quella circostanza l’ispettore Cacopardo venne infatti colpito al volto con un bicchiere e con due pugni sferrati nei suoi confronti da un cittadino della zona che aveva chiesto di incontrarlo per chiarire una vicenda riguardante un presunto incidente occorso allo stesso richiedente. A quanto risulta all’ispettore Cacopardo è stato riscontrato un danno permanente concernente la perdita di 5 decimi visus dell’occhio sinistro, nonché il parziale distacco del corpo vitreo.

L’ispettore Cacopardo dovrà rimanere ancora in convalescenza sino a tutto il mese di agosto. I colleghi di lavoro ma anche diversi taorminesi hanno espresso solidarietà e vicinanza allo stimato agente di Polizia locale che ha subito l’aggressione. L’intera scena del fatto accaduto è stata ripresa dalle immagini delle telecamere di video sorveglianza del locale dove è avvenuta l’aggressione, nel centro storico di Taormina. Il video dell’aggressione è ora in mano al magistrato incaricato che sta sovrintendendo le indagini, la dott.ssa Antonella Frada’.

Sull’episodio la Polizia locale di Taormina, nell’attività investigativa svolta sull’episodio e nell’ambito della relativa ricostruzione della dinamica dei fatti, ha raccolto tutti gli elementi probatori utili al magistrato. L’Ispettore Cacopardo la sera del 14 maggio si era recato in un locale del centro per incontrare il cittadino per un presunto incidente stradale che aveva coinvolto lo stesso ma la discussione è poi degenerata. Cacopardo nella circostanza è stato colpito con un bicchiere in vetro al volto ed il vetro è andato in frantumi, e nei confronti dell’agente di Polizia locale sono stati anche sferrati due pugni, di cui uno alla nuca e uno all’occhio sinistro. Sul caso la Procura della Repubblica di Messina ha dato incarico ai Carabinieri della Compagnia di Taormina per ulteriori approfondimenti in merito a quanto accaduto. Sulla base delle risultanze delle attività investigative svolte sia dalla Polizia locale che dai Carabinieri, l’Autorità Giudiziaria valuterà adesso quali saranno gli sviluppi della vicenda.

© Riproduzione Riservata

Commenti