Carabinieri di Taormina

I militari della Compagnia Carabinieri di Taormina, nella notte tra venerdì e sabato scorso, hanno arrestato due giovani, P.L. e R.S., rispettivamente di 33 anni e 32 anni, entrambi catanesi, colti in flagranza di reato per furto aggravato in concorso di un natante. Le indagini hanno preso inizio dalla denuncia della vittima del furto, avvenuta alle prime ore del 13 Luglio, quando il malcapitato si accorse che ignoti, approfittando del buio, stavano sottraendo il suo natante nella rada antistante Roccalumera.

Coraggiosamente, il proprietario cominciava a seguire a distanza la sua imbarcazione a bordo della sua autovettura, seguendola grazie al rumore del motore, lungo tutta lo costa da Roccalumera sino a Giardini-Naxos. Avvertiti dallo stesso e descritto il natante, i Carabinieri di Taormina hanno fatto scattare immediate ricerche, sino a giungere al molo di Giardini-Naxos. Arrivati sul posto, i Carabinieri hanno ispezionato la zona sino a notare due uomini, uno sopra un’imbarcazione e un altro a bordo di un’autovettura, che armeggiavano a breve distanza con fare sospetto.

I Cc, ben presto, si sono accorti che il natante in questione corrispondeva a quello descritto dalla vittima del furto. Pertanto i militari dell’Arma hanno deciso di intervenire immediatamente e controllare i soggetti e l’imbarcazione. Gli stessi, sopresi dalla tempestiva azione dei militari che non lasciava loro possibilità di fuga, sono stati fermati ed entrambi sono stati ritrovati in possesso di inequivocabili strumenti di scasso. Gli esiti delle indagini condotte dai Carabinieri hanno portato quindi all’arresto dei due soggetti per poi essere posti innanzi all’Autorità Giudiziaria per essere giudicati con rito direttissimo. Il natante è già stato restituito al legittimo proprietario.

© Riproduzione Riservata

Commenti