i funerali di Valentina Carella

Tante persone, arrivate non solo da Taormina ma anche da altre località del comprensorio, hanno dato ieri pomeriggio l’ultimo saluto a Valentina Carella, la sfortunata ragazza morta la scorsa settimana all’età di 33 anni a seguito di un ricovero al Policlinico di Messina e a distanza di poche ore da un intervento al quale si era sottoposta per un problema di udito.

La salma di Valentina è stata accompagnata dalla folla, con una sincera e commossa partecipazione, lungo la Via Francavilla sino alla chiesa di Santa Venera. Un senso di profonda tristezza per quanto accaduto ma anche il desiderio di tutti di stringersi attorno ai familiari ha segnato, inevitabilmente, il giorno dell’addio a questa ragazza che in modo assurdo ha dovuto dire prematuramente addio alla vita lasciando il marito Carmelo e il loro piccolo Tommaso (2 anni e mezzo), e lasciando anche i suoi amati genitori Tanino e Franca e la sorella Chiara. Il rito liturgico in chiesa è stato officiato dal parroco di Trappitello, padre Tonino Tricomi, che nella funzione ha evidenziato come Valentina fosse davvero una ragazza di nobili valori, generosa e di rara solarità. Valentina è stata ricordata da Maria Rita Sabato, imprenditrice molto stimata della zona, e dalle sue amiche, e ciascuna di loro in questa sofferta occasione ha voluto ribadire il grande affetto per questa sfortunata ragazza.

L’abbraccio di tutta Taormina, dopo la messa, ha salutato il feretro di questa stimata ragazza taorminese, e per lei è stata fatta risuonare dagli altoparlanti all’uscita dalla chiesa la canzone di Eros Ramazzotti “Più Bella Cosa”, uno dei suoi brani preferiti.

Già nella mattinata di ieri i commercianti della zona hanno affisso in diversi esercizi un messaggio di cordoglio alle vetrine delle proprie attività, associandosi al dolore dellLa famiglia di Valentina Carella. E la famiglia della ragazza adesso attende l’esito dell’esame autoptico eseguito sulla salma di Valentina per capire con esattezza cosa sia successo in quelle drammatiche ore che hanno portato alla scomparsa della giovane mamma. Il Policlico di Messina ha già fatto sapere che darà massima collaborazione nell’accertamento dei fatti.

Ad ogni modo si fa tanta fatica ad accettare che una ragazza di 33 anni, con una vita ancora davanti a sé, possa andare incontro alla morte nel volgere improvviso di poche ore come è accaduto a Valentina. Rimane un vuoto incolmabile nei suoi cari e un amaro senso di profonda incredulità nella comunità taorminese.

© Riproduzione Riservata

Commenti