i relatori del meeting di Federalberghi e Fondo For.Te a Letojanni

Albergatori, consulenti del lavoro e cittadini hanno avuto modo di prendere parte ad un interessante incontro nell’aula consiliare di Letojanni, dedicato ai temi e le opportunità nel campo del turismo, con il direttore generale del Fondo For.Te Eleonora Pisicchio ed il direttore generale di Federalberghi Alessandro Nucara. Tema dell’incontro la formazione continua ed innovazione per lo sviluppo turistico del territorio. L’incontro è stato organizzato e promosso da Federalberghi Riviera Jonica Messina, presieduta da Pierpaolo Biondi, alla presenza del presidente di Federalberghi Taormina e presidente dell’Ebrts Sicilia, Italo Mennella.

For.Te è il più importante ed apprezzato tra i Fondi interprofessionali per la formazione continua, per numero di aziende che lo hanno scelto, è rappresentativo dei diversi settori economici e del tessuto imprenditoriale italiano, fatto di piccole, medie, grandi aziende. For.Te. è il Fondo paritetico per la formazione continua dei dipendenti delle aziende aderenti al Fondo, che operano nel settore terziario: commercio, turismo, servizi, logistica, spedizioni e trasporto. Al Fondo aderiscono e possono aderire aziende di altri settori economici. La sinergia instauratasi tra il Fondo For.Te e gli operatori economici del settore turistico ed alberghiero, nel caso specifico, rappresenta un elemento fondamentale che può dare linfa e continuità alla prospettiva di sviluppo delle imprese e alle opportunità di crescita del territorio.

Il fondo non ha fini di lucro ed opera a favore delle imprese aderenti e dei relativi dipendenti, al fine di contribuire alla competitività imprenditoriale ed allo sviluppo occupazionale. For.Te promuove e finanzia (secondo quanto stabilito dall’art. 118 della Legge 388 del 2000 e successive modificazioni ed integrazioni) Piani e Progetti formativi aziendali, pluriaziendali, territoriali, settoriali e individuali. Gli obiettivi ed il funzionamento di questa opportunità sono disciplinati dallo Statuto e dal Regolamento del Fondo.

Per le aziende sino a 249 dipendenti che non abbiano optato per il CIA o che non siano componenti di un Conto di Gruppo, gli strumenti disponibili sono quattro:
– L’Avviso di Sistema, con finalità generali, destinato a finanziare Piani aziendali, settoriali e territoriali dei diversi Comparti economici, quale che sia la tipologia;
– L’Avviso per Progetti tematici;
– L’Avviso per Progetti speciali/innovativi di tipo sperimentale;
– L’Avviso per la fruizione dei Voucher.

Per le aziende da 250 dipendenti e oltre, viene previsto un Conto Individuale Aziendale (CIA), con l’accantonamento automatico dell’80% delle risorse versate a For.Te..

Per le aziende che occupano complessivamente tra 150 e 249 dipendenti è prevista la facoltà di richiedere, entro il 31 gennaio di ogni anno, l’attivazione del Conto Individuale Aziendale (CIA). Può essere costituito anche un Conto di Gruppo tra aziende riferibili ad un unico Gruppo, pur avendo ragioni sociali distinte, o da Consorzi di Impresa.

Le aziende titolari di Conti, possono partecipare all’Avviso di Sistema con risorse proprie accantonate, aderendo ad un Piano settoriale/territoriale successivamente alla sua approvazione. In questo contesto specifico possono presentare progetti, nell’ambito degli Avvisi per Progetti tematici e speciali, e il finanziamento concesso da For.Te., non sarà conteggiato sulle risorse accantonate. Se una azienda vuole aderire a For.Te., ma è aderente ad altro Fondo, può farlo indicando contestualmente nell’UNIEMENS il codice di revoca “REVO” e il codice di adesione a For.Te. “FITE”. Per la richiesta di trasferimento delle risorse, deve utilizzare l’apposito fac-simile raggiungibile dal sito di For.Te.

© Riproduzione Riservata

Commenti