Salini Impregilo, colosso italiano delle costruzioni

A margine delle dichiarazioni rilasciate ieri nel corso di un’apposita conferenza stampa sui conti del Comune, arriva un’importante rivelazione dell’assessore al Contenzioso Giuseppe Caltabiano sul lodo Impregilo. “Apriremo un canale diretto con Impregilo o almeno tenteremo di farlo – ha annunciato l’assessore al Bilancio -. Faremo un nuovo tentativo per arrivare ad una transazione e chiudere così la vicenda. Siamo aperti a tutte le soluzioni possibili che consentano di risolvere in via definitiva il contenzioso. Per questo intendiamo riprendere il dialogo con la controparte”.

Dunque potrebbe chiudersi a sorpresa con un accordo la lunghissima battaglia giudiziaria in atto da ormai oltre un ventennio tra Comune di Taormina e Impregilo che si rifà ai lavori di realizzazione del sistema di viabilità e parcheggi della città. Un primo tentativo di accordo transattivo si registrò tra le parti nel periodo 2007-2008 ma è poi fallito. Proprio nel prossimo mese di settembre dovrebbe essere discusso in Cassazione il ricorso presentato dal Comune in opposizione alla sentenza della Corte di Appello di Messina che ha riconosciuto il titolo ad Impregilo ad ottenere 15 milioni di euro dal forziere dell’ente locale taorminese. Già nelle scorse settimane si è presentato negli uffici del Comune l’ufficiale giudiziario per protocollare un’istanza di precetto da 28 milioni e 712 mila euro che comprende richiama gli effetti di un decreto ingiuntivo risalente ai primi Anni Duemila, diventato provvisoriamente esecutivo.

© Riproduzione Riservata

Commenti