una splendida panoramica di Taormina

“Forte preoccupazione”, da parte del presidente di Federalberghi, Bernabò Bocca, “per le notizie che si susseguono in merito alla riforma della disciplina dei contratti a tempo determinato”: la questione interessa anche Taormina, capitale del turismo siciliano e dunque, più in generale, la zona ionica dove operano migliaia di lavoratori nel comparto alberghiero.

Il numero uno nazionale degli albergatori ricorda che “la gran parte delle assunzioni estive ha carattere stagionale”, riferendosi al comparto turismo, e sottolinea la “necessità di trattare la materia con estrema cautela, evitando che ipotesi affrettate e voci incontrollate mettano le imprese e i lavoratori in condizioni di incertezza e rischino di compromettere il delicato equilibrio su cui si fonda l’organizzazione del lavoro nel settore turismo”.

Federalberghi, in una nota, riporta i dati Unioncamere e Anpal, secondo cui le imprese italiane del turismo effettueranno a giugno 130 mila assunzioni, con una quota che supera il 25% del totale delle 510 mila assunzioni che saranno effettuate in tutti i settori. “Il turismo si confermi, ancora una volta, un settore trainante, che contribuisce in modo determinante alla creazione di nuovi posti di lavoro», commenta Bocca.

© Riproduzione Riservata

Commenti