Isolabella

Le prenotazioni dei viaggi organizzati verso l’Italia per l’estate 2018 sono in netto aumento anno su anno per il 74% dei tour operator, stabili per il 20%, in calo per il 6%. I dati emergono dal Monitoraggio sul turismo organizzato da Enit. Si tratta, nello specifico, di un’indagine elaborata su un campione di 137 tour operator, 88 europei e 49 d’oltreoceano presenti in 22 mercati stranieri, relativamente ai periodi estate-autunno 2018.

“Dal monitoraggio svolto da Enit grazie alla propria rete di sedi all’estero – ha spiegato Giovanni Bastianelli, direttore esecutivo dell’agenzia nazionale per il turismo – nell’estate 2018 si prospetta un altro segno piu’ negli arrivi dei visitatori europei ed extra-europei nel nostro Paese. Si tratta di un dinamismo riscontrato a livello globale, che vede l’Italia occupare una parte da protagonista. Gli incrementi dei flussi turistici verso il Belpaese sono, fra l’altro, misurabili non solo nei mercati emergenti, ma anche in Paesi come Usa, Francia e Germania, i principali bacini d’origine dell’incoming italiano”.

In Sicilia, le zona che attraggono maggiormente i turisti sono le Eolie, il Sud Est dell’isola e la zona ionica con in testa Taormina, la capitale del turismo siciliano per eccellenza. Proprio Taormina potrebbe, in tal senso, consolidare il suo feeling con il mercato Usa e con quello francese, recuperando fette importanti di vacanzieri anche dalla Germania che da sempre è uno dei principali mercati esteri nelle statistiche della città.

Secondo i vertici di Enit, dunque, il turismo della Penisola sta vivendo addirittura “uno dei momenti più straordinari dal dopoguerra a oggi”. Parola di Bastianelli che punta l’attenzione sull’attrattività della destinazione Italia, ora ai massimi storici: “Nel 2017 abbiamo registrato la più forte crescita dal dopoguerra a oggi e anche i primi segnali dell’anno ci inducono a pensare che l’onda non si debba fermare”. E lo stesso Bastianelli ha sottolineato che “oltre alle città d’arte i viaggiatori stanno guardando sempre più a vacanze a contatto con la natura, incentrate sul benessere psicofisico e l’enogastronomia: tre aspetti che pongono il nostro Paese all’avanguardia del turismo mondiale”.

Il direttore esecutivo ha, infine, precisato che parte degli sforzi dell’Agenzia si stanno focalizzando sulla “apertura di bacini emergenti” e che in questa direzione vanno le recenti inaugurazioni di uffici Enit a Varsavia, Budapest e Tel Aviv.

© Riproduzione Riservata

Commenti