controlli dei Carabinieri nelle acque di Taormina

I Carabinieri della Compagnia di Taormina nell’ambito dei servizi straordinari in corrispondenza dell’avvio della stagione balneare, hanno eseguito nelle scorse ore numerosi controlli nel territorio di Taormina ed in particolare nella baia di Isolabella, e lungo le arre del demanio marittimo oltre che lungo la statale 114 che attraversa la zona litoranea della città. L’operazione scattata ieri è stata condotta dai militari dell’Arma della Compagnia di Taormina, diretti dal Comandante Arcangelo Maiello, con la partecipazione da militari del Nas di Catania che hanno verificato il rispetto delle normative sanitarie all’interno delle diverse rosticcerie, pizzerie e ristoranti della zona. Inoltre era presente una motovedetta d’altura di supporto al Nucleo Carabinieri Subacquei di Messina che, nella circostanza, ha effettuato un monitoraggio dei fondali marini e da un velivolo del nucleo elicotteri Carabinieri di Catania. I controlli condotti hanno permesso di identificare e multare per esercizio abusivo dell’attività di estetista numerose donne di nazionalità cinese che spostandosi lungo le spiagge offrono, talvolta anche in maniera insistente, massaggi ai bagnanti che frequentano il litorale.

Inoltre, con l’ausilio della Guardia Costiera – Locamare di Giardini Naxos sono state elevate numerose sanzioni ad imbarcazioni adibite a trasporto di persone per escursioni sorprese a navigare in area non consentita ed a trasportare un numero di persone superiore rispetto a quello permesso. Un velivolo del Nucleo Carabinieri elicotteri di Catania ha sorvolato costantemente l’intera costa da Furci Siculo sino a Giardini Naxos fornendo supporto al dispositivo impiegato nei controlli che ha visto l’impiego di oltre 30 militari delle varie specialità dell’Arma dei Carabinieri.

Sono stati controllati 13 natanti da diporto e sono state elevate sanzioni amministrative per un totale di 3 mila euro, di cui 6 contestazioni per aver ormeggiato la propria unità nella zona “A” della Riserva Naturale Orientata di Isola Bella in violazione dell’Ordinanza n. 116/2009 della Capitaneria di Porto di Messina, 2 verbali di per aver navigato a motore accesso nella zona “A” della Riserva Naturale Orientata Isola Bella e 2 contestazioni ad altrettanti conduttori di natanti per aver trasportato un numero di persone superiori a quelle consentite.

Infine, sono state identificate dieci cittadine di nazionalità cinese cui sono state elevate diverse contravvenzioni, per un totale di euro 1000, poiché esercitavano in forma ambulante l’attività di estetista senza essere in possesso della prescritta autorizzazione comunale. I servizi effettuati in queste ore verranno condotti anche per il resto della stagione estiva, al fine di garantire la sicurezza e la tranquillità dell’attività turistica che rende quest’area come il primo polo turistico siciliano.

© Riproduzione Riservata

Commenti